Lazise celebra il 40° Carnevale del Marciapiè

04/03/2019 in Attualità
A Lazise
Parole chiave: -
Iscriviti al nostro canale
Di Sergio Bazerla

Sono passati quaranta anni dal novembre 1979 quando un gruppo di “originari” decisero di raccontarsi la storia di Lazise in via Arco, lo storico “Marciapiè”. E da li è nato il carnevale di Lazise e che impegna molti volontari ” amici del carnevale” ad organizzare per due giorni un grande festa eleggendo il sindaco di via Arco, ovvero El capo Valar, Quel da Re ed El Cagnol, insomma i tre personaggi del carnevale che per un anno guideranno le sorti del carnevale lacisiense.
Il primo appuntamento è in via Arco ed all’imbocco del lungolago Marconi, martedì 5 marzo, alle 11,0 con l’apertura del chiosco delle bevande, del vino, del vin brulè e della gastronomia locale. Alle 13,00 si aprono le urne per la votazione. Si chiuderanno improrogabilmente alle 18.00. Giochi e mascherine per i bambini per tutta la giornata.

Mercoledì 6 marzo, primo giorno di Quaresima, apertura dei chioschi gastronomici con la possibilità di degustare il minestrone di magro ed il tradizionale pesce fritto. Arriverà anche il papà del Gnoco con i Macaroni, Il Re del Goto di Colà e tutti andranno a far visita agli anziani ospiti della casa di riposo. A mezzogiorno in punto spoglio delle schede votate e investitura ufficiale del nuovo capo Valar e della sua corte, giro per le vie del paese con l’accompagnamento dei Tamburi di Villafranca e dei tanti gruppi mascherati del carnevale della provincia. Al ritorno del corteo in via Arco ci sarà un breve intervento del sindaco di Lazise e del Papà del Gnoco.

“Quest’anno abbiamo dovuto cedere la gestione degli stands gastronomici ad una azienda specializzata per le noti restrizioni legali – spiega Gegia Olivetti del coordinamento del Marciapiè – e quindi non ci sarà tutta la scelta del menù tipico degli anni passati. Come per il passato però – continua Olivetti – daremo in beneficenza tutte le offerte raccolte, dedotte le spese, proprio perché il carnevale di di Lazise sia benefico e vicino a chi è meno fortunato.”

Parole chiave: -

Commenti

commenti