Il Garda è stato protagonista a Roma n occasione dell’audizione del Presidente della Comunità del Garda, sen. Aventino Frau, da parte della Commissione XIII - Territorio, ambiente e beni ambientali – del Senato

Le acque del Garda sul tavolo della XIII Commissione del Senato

Di Luca Delpozzo

Il Pres­i­dente, sen. Sodano, ha introdot­to la sedu­ta invi­tan­do Frau ad illus­trare le prin­ci­pali prob­lem­atiche con­nesse alla ges­tione idri­ca del baci­no garde­sano, nell’ambito di quel­lo più gen­erale del Po.Frau ha rib­a­di­to la neces­sità e l’importanza di con­sid­er­are ed affrontare la ques­tione idri­ca garde­sana in modo autonomo, svin­co­la­ta da quel­la del Po, chieden­do l’Istituzione di un sub baci­no Gar­da – Sar­ca – Min­cio – laghi di Mantova.Si è poi sof­fer­ma­to sug­li usi pluri­mi delle acque garde­sane, che orig­i­nano inter­es­si a volte con­trastan­ti tra loro e cre­ano comunque con­seguen­ze sul­la ges­tione delle acque. Oltre ai noti usi agri­coli che vedono ora una più atten­ta col­lab­o­razione tra uti­liz­za­tori e garde­sani, non man­cano gli usi indus­tri­ali ed ener­geti­ci (ad esem­pio ASM), anch’essi da riva­l­utare e ridurre, sia per la tutela ambi­en­tale e tur­is­ti­ca, che per quel­la dell’habitat lacuale. Il fiume Min­cio, poi, con le sue pecu­liari carat­ter­is­tiche nat­u­ral­is­tiche e fau­nis­tiche, meri­ta una par­ti­co­lare sal­va­guardia e atten­zione, in col­lab­o­razione con la più ampia comu­nità gardesana.Ampio il dibat­ti­to del­la Com­mis­sione sen­a­to­ri­ale che ha sot­to­lin­eato l’importanza di una così vas­ta area.