Lunedì 22 aprile il ristorante Gardesana di Torri del Benaco ospita le più famose cuvée d’Italia in abbinamento ai pesci del Garda in una cena organizzata da Slow Food

Le bollicine Berlucchi sposano i pesci del Garda

19/04/2002 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Luc­ci, lavarel­li, sarde di lago e pesce per­si­co, le bol­licine del­la più cele­bre mai­son fran­ci­a­corti­na, l’arte degli chef Con­soli­ni, Tagli­a­fer­ro e Zane, l’esperienza di una asso­ci­azione che da anni si bat­te per tute­lare il pat­ri­mo­nio agroal­i­menta­re ital­iano: questi gli ingre­di­en­ti del­la ser­a­ta orga­niz­za­ta da Ange­lo Peretti, fidu­cia­rio Slow Food per il Gar­da veronese, che si ter­rà lunedì 22 aprile al ris­torante Garde­sana di Tor­ri del Bena­co. Rica­va­to all’interno di uno splen­di­do palaz­zo quat­tro­cen­tesco, con una vista moz­zafi­a­to sul por­to di Tor­ri, il ris­torante Garde­sana è ormai da tem­po meta obbli­ga­ta per tut­ti i gourmet e gli aman­ti del berebene del­la zona. Sarà pro­prio la sua ele­gante cor­nice ad ospitare la cena di lunedì nel­la quale i pesci del Gar­da incon­tr­eran­no i vini del­la Berluc­chi, azien­da leader in Italia nel­la pro­duzione di spuman­ti Meto­do Clas­si­co. “Un abbina­men­to par­ti­co­lar­mente azzec­ca­to quel­lo delle nos­tre bol­licine con il pesce del Gar­da — dichiara Pao­lo Zil­iani, respon­s­abile mar­ket­ing del­la mai­son fran­ci­a­corti­na – la cena di lunedì al Garde­sana rap­p­re­sen­ta per noi un incon­tro impor­tante per­ché dimostra come le bol­licine Berluc­chi pos­sano essere con­su­mate benis­si­mo anche a tut­to pas­to”. La ser­a­ta di lunedì 22 aprile si aprirà intorno alle ore 20.00 al del castel­lo scaligero di Tor­ri del Bena­co dove gli ospi­ti potran­no assag­gia­re l’aperitivo a base di pesci affu­mi­cati in abbina­men­to al Terre di Fran­ci­a­cor­ta 2001 del­la Gui­do Berluc­chi. Gli ospi­ti si trasferi­ran­no poi nel vici­no ris­torante Garde­sana dove le tre “stelle” del locale Isidoro Con­soli­ni, Flavio Tagli­a­fer­ro e Rodol­fo Zane pre­par­eran­no una serie di piat­ti nei quali il pesce di lago sarà l’indiscusso pro­tag­o­nista. Si com­in­cerà infat­ti con tartare di pesce ai pro­fu­mi dell’orto, filet­to di luc­cio leg­ger­mente affu­mi­ca­to con radic­chio rosso di Verona e bigoli di olive pic­can­ti con sarde di lago salate e fagi­oli­ni. La Cuvée Impe­ri­ale Brut del­la Gui­do Berluc­chi accom­pa­g­n­erà tut­ti questi piat­ti. A seguire una mille­foglie di pas­ta croc­cante con pesce per­si­co e del filet­to di lavarel­lo grati­na­to con caponati­na di ver­dure che ver­ran­no servi­ti con uno dei prodot­ti di pun­ta del­la Berluc­chi, il Cel­lar­ius Brut Ris­er­va Spe­ciale. Da seg­nalare che tut­ti i pesci saran­no offer­ti dal­la Coop­er­a­ti­va fra pesca­tori del . “Dul­cis in fun­do” una cas­satel­la al lime con sal­sa al kiwi in abbina­men­to alla Cuvée Impe­ri­ale Max Rosè sem­pre del­la cele­bre mai­son franciacortina.

Parole chiave: -