Dal 16 al 21 gennaio il Consorzio di tutela del Bardolino festeggia il proprio “momento d’oro” portando il Chiaretto Spumante e il Bardolino “in rosso” nell’esclusivo lounge bar di Papercut & Gold, uno spazio d’incontro degli esponenti del design, della gioielleria e dell’oreficeria, nell’ambito della fiera Vicenzaoro First.

Le bollicine del Bardolino Chiaretto Spumante a Vicenzaoro First, evento che apre la stagione fieristica 2010

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Quel­lo appe­na con­clu­so è sta­to davvero un anno d’oro per il Bar­dolino, il clas­si­co del­la spon­da vene­ta del lago di Gar­da, e per il , sua ver­sione rosa­ta: uguaglia­to il record di ven­dite dell’anno pri­ma, con prezzi che dall’autunno han­no addirit­tura com­in­ci­a­to a mostrare seg­nali di cresci­ta, in bar­ba alla crisi eco­nom­i­ca glob­ale. Il nuo­vo anno si apre ora pro­prio all’insegna dell’oro: il Bar­dolino Chiaret­to Spumante sarà pro­tag­o­nista a Vicen­za dal 16 al 21 gen­naio di Paper­cut & Gold, uno degli even­ti pro­posti nell’ambito di Vicen­za­oro First, la mostra inter­nazionale di orefi­ce­ria e gioiel­le­ria che dà il via alla sta­gione fieris­ti­ca a liv­el­lo mon­di­ale: in mostra le collezioni che saran­no esposte nelle vetrine per tut­to il 2010.Nell’ambito di Vicen­za­oro First, fiera che abbrac­cia l’intera gam­ma mer­ce­o­log­i­ca dei preziosi ed ospi­ta ben 1500 espos­i­tori, Gap Even­ti Stu­dio ha ideato Paper­cut & Gold, uno spazio (nell’area Brand Lab) che mira a riu­nire il mon­do del design con gli espo­nen­ti del­la ven­di­ta al det­taglio del set­tore orafo, met­ten­do così a con­fron­to due realtà diverse del set­tore del­la gioiel­le­ria. Il tut­to in un cli­ma che vuol essere rilas­sato ed esclu­si­vo, al pun­to che lo spazio Paper­cut & Gold accoglie un lounge bar dalle atmos­fere jazz, ris­er­va­to agli oper­a­tori di settore.Proprio qui il Con­sorzio di tutela del Bar­dolino sarà pre­sente col suo nuo­vo “gioiel­lo”: il Chiaret­to in ver­sione spumante. “Ormai da due anni – spie­ga il pres­i­dente del Con­sorzio di tutela del Bar­dolino, – il nos­tro Chiaret­to sta conoscen­do rit­mi di cresci­ta a due cifre: nel 2009 ne abbi­amo ven­du­to qua­si 10 mil­ioni di bot­tiglie. Nel frat­tem­po, è cresci­u­to l’interesse anche per il Chiaret­to Spumante, una tipolo­gia che sper­i­men­ti­amo ormai da un quar­to di sec­o­lo, ma che solo di recente ha trova­to rin­no­va­to impul­so: pur essendo prodot­to anco­ra in quan­tità piut­tosto lim­i­tate (non rag­giun­giamo il mez­zo mil­ione di bot­tiglie), sono ormai una quindic­i­na le aziende che lo stan­no real­iz­zan­do, con un cres­cente con­sen­so di pub­bli­co e di crit­i­ca. Lo pro­poni­amo ora pres­soché in antepri­ma a Vicen­za nel­lo spazio cre­ato da Gap Even­ti Stu­dio”. Ed assieme al Chiaret­to Spumante, il lounge bar di Paper­cut & Gold offrirà anche il Bar­dolino Chiaret­to in ver­sione “fer­ma” e il tradizionale Bar­dolino “in rosso”, “vini che stan­no conoscen­do – aggiunge Tom­masi — un grande favore per la loro fres­chez­za frut­ta­ta, per l’accattivante speziatu­ra e per la beva dis­im­peg­na­ta, carat­ter­is­tiche che li ren­dono adat­ti sia alla tradizione del­la tavola quo­tid­i­ana, sia alle sper­i­men­tazioni gas­tro­nomiche più innovative”

Parole chiave: - -