Fine settimana con la manifestazione patrocinata da Slow food. Mostra dei sapori tra specialità e aperitivi in musica

Le degustazioni d’autunno

15/10/2005 in Enogastronomia
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
(a.p.)

Le star sono state il gela­to con il miele di castag­no del Monte , il mine­strone di mar­roni di San Zeno e un rara casatel­la sta­gion­a­ta, prove­niente anch’essa dal ter­ri­to­rio baldense. Sono questi i prodot­ti che han­no prob­a­bil­mente atti­ra­to la mag­gior atten­zione dei vis­i­ta­tori durante il pri­mo week end del­la mostra mer­ca­to dei sapori del Gar­da volu­ta dal comune nell’ambito dell’Autunno d’oro. Ma grande evi­den­za han­no avu­to anche i vini, un centi­naio in tut­to, in lib­era degus­tazione (bas­ta acquistare il cal­ice in vetro a 5 euro), in rap­p­re­sen­tan­za dell’intero ter­ri­to­rio bena­cense, con le bot­tiglie esposte in ordine alfa­beti­co, sen­za dis­tinzione di provin­cia, regione o denom­i­nazione. Il Gar­da in quan­to tale, insom­ma, per una vol­ta sen­za alcu­na fram­men­tazione geografico-amministrativa.La mostra mer­ca­to garde­sana, che ha il patrocinio di Slow food del Gar­da Veronese, pros­egue anche in questo fine set­ti­mana al palazzet­to delle espo­sizioni, a lato del munici­pio, sul lun­go­la­go. Oggi è aper­ta dalle 14 alle 18, men­tre domani si va dalle 10 alle 18. Ovvi­a­mente anco­ra vini, e poi gli oli extravergi­ni d’oliva, il mine­strone di mar­roni, i gelati real­iz­za­ti coi prodot­ti garde­sani (ad esem­pio le uve gar­gane­ga e moli­nara, oppure le mele di Valeg­gio sul Min­cio), i for­mag­gi, il miele e i salu­mi arti­gianali del Bal­do, le con­fet­ture e le marmel­late del­la Valte­n­e­si (stra­or­di­nari i can­di­ti di mel­one con lo zen­ze­ro), i pesci sott’olio e affu­mi­cati del­la Coop­er­a­ti­va pesca­tori e, ospi­ti d’onore, le mele di Zevio. Ma in questo fine set­ti­mana arrivano altre ghiot­toner­ie locali: i mar­roni di Spi­azzi, le casatelle e il bur­ro di mal­ga del Bal­do, la tor­ta delle rose, i bigoli, i san­vig­ili­ni, la fogàssa.In pro­gram­ma anche in questo week end alcune degus­tazioni gui­date di vini in com­pag­nia dei pro­dut­tori nell’aula didat­ti­ca reali­az­za­ta nel­la sala con­sil­iare del munici­pio (l’ingresso è libero): oggi alle 15 sono di sce­na le bot­tiglie del­la Val­dadi­ge di Albi­no Armani e quelle dell’entroterra del­la Valte­n­e­si bres­ciana di Gigi Negri, patron dell’azienda agri­co­la La Guar­da, men­tre alle 16.30 è il turno di due big del­la viti­coltura riv­ieras­ca veronese: Zena­to e Vil­l­a­bel­la. Domani alle 15 sono pro­tag­o­niste due aziende del­la riva lom­bar­da, Cant­ri­na e Pasi­ni Pro­dut­tori, men­tre alle 16.30 si tor­na nel veronese con una can­ti­na del­la zona del Lugana (Frac­caroli) ed una del (Valetti).Nella mat­ti­na­ta di domeni­ca è anche pos­si­bile effet­tuare una visi­ta gui­da­ta del cen­tro stori­co di Gar­da, con arri­vo al canevin di Armano Pina­monte, l’unica can­ti­na anco­ra atti­va in una delle grotte sca­v­ate sot­to la Roc­ca. D’eccezione gli accom­pa­g­na­tori: a pre­sentare il paese ai tur­isti c’è Her­fried Schlude, ex fun­zionario europeo ed ora pres­i­dente del­la comu­nale di Gar­done Riv­iera, men­tre a far da padrone di casa in can­ti­na c’è il coro La Roc­ca, che pro­pone un aper­i­ti­vo in musi­ca alle 11.30. La parte­ci­pazione è lib­era: bas­ta far­si trovare alla parten­za alle 9 davan­ti al municipio.

Parole chiave: -