Fra tradizione e agonismo

Le gondole aspettano le «sorelle» veneziane

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

La con­fer­ma tut­to il suo fas­ci­no e la capac­ità di attrarre curiosi ed appas­sion­ati come è accadu­to domeni­ca, in occa­sione del­la man­i­fes­tazione dimostra­ti­vo ago­nis­ti­ca orga­niz­za­ta dall’associazione Remiera Peschiera con il patrocinio del Comune.Nelle acque del Canale di mez­zo, in pieno cen­tro stori­co, si sono sfi­dati diver­si tipi di scafi: le gon­do­le garde­sane a due e quat­tro remi, i nàecc (imbar­cazione tipi­ca del lago di Iseo) a due remi e nat­u­ral­mente le bisse, ovvero «le For­mu­la Uno del lago», come le definisce Umber­to Broglia, il respon­s­abile del­la sezione Voga vene­ta del­la Remiera.«Siamo sod­dis­fat­ti del­la parte­ci­pazione a ques­ta gior­na­ta — com­men­ta — che ci ha visti gareg­gia­re insieme e con­tro i col­leghi del lago d’Iseo». Ogni cat­e­go­ria ha vis­to in gara quat­tro imbar­cazioni, che si sono con­frontate due a due in una gara a insegui­men­to all’interno del Canale com­pre­so tra i pon­ti San Gio­van­ni e dei Voltoni. I remi e i mus­coli han­no dec­re­ta­to come vinci­tori finali: Luca Bozzi­ni e Michele Per­inel­li, per la gon­do­la garde­sana a due remi; nel­la «quat­tro remi» l’equipaggio mis­to com­pos­to dai fratel­li Alber­to e Fran­co Cal­dana e da Enzo Bar­bi­eri e Mau­r­izio Ercu­liani di Gar­done Riv­iera; Fran­co Cal­dana si è impos­to anche nei nàecc a due remi insieme a Toni­no Soar­di di Clu­sane d’Iseo; a levare infine i remi sulle bisse sono sta­ti i cam­pi­onis­si­mi aril­i­cen­si di Ichtya (anti­co nome gre­co di Peschiera): in ordine di remo, Alan Di Caprio, Ste­fano Maz­zure­ga, Gian­lu­ca Perug­i­ni e Osval­do Mazzurega.Alla gior­na­ta ha pre­sen­zi­a­to anche una del­egazione del­la voga alla vene­ta di Venezia, con tan­to di gon­do­le al seguito.«Abbiamo otti­mi rap­por­ti con loro — sot­to­lin­ea Broglia — e chissà che pri­ma o poi non si riesca a real­iz­zare il vec­chio sog­no di una gara tra queste due gran­di scuole. Il cir­cuito nat­u­rale dei canali interni del­la fortez­za di Peschiera sono un cam­po di gara stra­or­di­nario e più che meritev­ole, per bellez­za e qual­ità tec­ni­ca, di una sfi­da remiera di così grande val­ore».

Parole chiave: