Manifestazione dei poliomielitici al convegno di Forza Italia: al vertice della Regione chiedono interventi per l’ospedale di Malcesine

Le promesse di Veneziafermano l’ira dei disabili

29/09/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

«Il pres­i­dente Galan era all’estero, ma nes­suno ha avu­to l’educazione di avvis­ar­ci. Ave­va­mo con­tat­ta­to anche ven­er­di mat­ti­na la sua seg­rete­ria a Venezia per avere notizie, vista la nos­tra richi­es­ta di incon­tro urgente.Da lì, han­no con­fer­ma­to di avere vis­to sia la let­tera che la nos­tra e‑mail, sen­za dire di più. Galan era forse all’estero all’insaputa di tut­ti, o in viag­gio isti­tuzionale?», ironiz­za Rober­to Bassi, pres­i­dente dell’Aidm, l’associazione inter­re­gionale dei dis­abili motori. Da anni il sodal­izio lot­ta per il rilan­cio e la sal­va­guardia dell’ospedale di Malcesine.La pre­vista chiusura degli inter­ven­ti del­la fes­ta provin­ciale di Forza Italia a Gar­da affi­da­ta a Gian­car­lo Galan era parsa ai poliomieliti­ci l’occasione buona per par­lare col gov­er­na­tore del Veneto.Si sono pre­sen­tati in una deci­na alle 17, con tan­to di car­rozzelle e stam­pelle, e col sosteg­no del vicesin­da­co di Bren­zone, Piero Sabai­ni e degli asses­sori, Lil­iana Stigliani e Davide Benedet­ti. I sin­daci di Mal­ce­sine, Bren­zone e Tor­ri infat­ti ave­vano sot­to­scrit­to la richi­es­ta di Bassi, per­chè «molto pre­oc­cu­pati per la grave situ­azione in cui ver­sa l’ospedale», han­no fat­to sapere.I dis­abili han­no ottenu­to invece un col­lo­quio con Tiziano Zigiot­to, con­sigliere regionale, «fedelis­si­mo» del gov­er­na­tore. Zigiot­to, tra l’altro, ave­va già incon­tra­to Bassi nel 2003 quan­do, par­ti­ti da Mal­ce­sine in car­rozzel­la per Venezia, «Galan non ci ave­va volu­ti rice­vere, deman­dan­do al con­sigliere e all’assessore Gava il col­lo­quio», fa sapere anco­ra il pres­i­dente dei dis­abili. «Ho par­la­to col diret­tore del­la Ulss, Rena­to Pic­coli», dice Bassi a Zigiot­to, «e non abbi­amo rice­vu­to ras­si­cu­razioni su Malcesine».«Quando era asses­sore regionale», riprende, «c’è sta­to un otti­mo rap­por­to: rius­ci­va­mo a dialog­a­re e, se siamo arrivati a questo riconosci­men­to nazionale, molto mer­i­to è suo. Con l’assessore Mar­ti­ni invece anco­ra non siamo rius­ci­ti a par­lare. Spe­ri­amo di incon­trar­la al più presto, vis­to che da un mese ormai lo abbi­amo richiesto».Zigiotto risponde così al pres­i­dente dei polim­ieliti­ci: «Galan era all’estero, altri­men­ti vi avrebbe rice­vu­ti. La ques­tione che ponete è impor­tante. Mi impeg­no a riferir­gliela e a procu­rarvi un appun­ta­men­to, con lui e con l’assessore Mar­ti­ni. Vi dò la mia parola».Ma per abbre­viare i tem­pi, è la richi­es­ta min­i­male dei man­i­fes­tanti, chiedi­amo noi, potrebbe essere che il pres­i­dente Galan al rien­tro tele­foni a Rober­to Bassi? Rispos­ta: «Cer­to, almeno una tele­fona­ta è il min­i­mo. Non lune­di però, date­mi tem­po di par­largli. Vedrete che mart­edì Bassi ricev­erà la tele­fona­ta da Galan».Bassi pre­cisa: «Siamo pron­ti alla protes­ta clam­orosa. Se non sarà man­tenu­ta la promes­sa inizierò lo sciopero del­la fame. E seguiran­no altre proteste, di ogni genere. L’ospedale deve fun­zionare, per i poliomieliti­ci e per tut­ti gli altri cit­ta­di­ni, e noi non dob­bi­amo essere pre­si in giro».

Parole chiave: