Il 4 e 5 luglio Rovereto ospita un evento internazionalecon dieci concerti ed una serie di incontri trasmessi dalle emittenti nazionali

Le radio di 10 paesi unite per promuovere la pace

01/07/2008 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

In occa­sione del novan­tes­i­mo anniver­sario del­la fine del­la Grande Guer­ra, il 4 e il 5 luglio Rovere­to, uno dei cen­tri cul­tur­ali più impor­tan­ti del Trenti­no, diven­terà la cap­i­tale euro­pea del­la pace. E lo farà con un even­to di por­ta­ta inter­nazionale chiam­a­to “Sen­tiero di Pace”, nel quale musi­ca e cul­tura por­tano un mes­sag­gio di fratel­lan­za a tut­to il mon­do. La pri­ma prende vita dal­la Piaz­za del Mart (il di Arte Mod­er­na e Con­tem­po­ranea) dove, il ven­erdì ed il saba­to, dalle 18 alle 24, sono in pro­gram­ma dieci con­cer­ti con artisti di fama inter­nazionale che si alter­nano sul pal­co. Fil­ip­po Soli­bel­lo, con­dut­tore di “Cater­pil­lar” e Fed­er­i­ca Gen­tile, con­dut­trice di “Hit Parade” e dei con­cer­ti di Radio2 Rai, guidano il pub­bli­co tra i vari grup­pi e generi musi­cali: Sun­shine (Repub­bli­ca Ceca), Mica­tone (Ger­ma­nia), Dead Com­bo (Por­to­gal­lo), Brisa Roché (Fran­cia), Naat Veliov & Orig­i­nal Kocani Orkestar (Mace­do­nia), Fati­ma Spar & The Free­dom Fries (Aus­tria), Tom Helsen (Bel­gio), State­less (Gran Bre­tagna), Irie Maf­fia (Unghe­ria), e, per l’I­talia, Car­men Con­soli e Mari­na Rei, con una per­for­mance esclu­si­va e in antepri­ma asso­lu­ta per “Sen­tiero di Pace”. Le due artiste, amiche di vec­chia data, si esi­bi­ran­no in uno spet­ta­co­lo di forte impat­to emo­ti­vo, con una grande car­i­ca ener­get­i­ca espres­sa dal­la comune pas­sione musi­cale e civile. L’in­ten­to è quel­lo di con­tribuire a puntare l’at­ten­zione su un argo­men­to mai abbas­tan­za dibat­tuto: attual­mente nel mon­do sono in cor­so cir­ca trenta con­flit­ti armati, che si svol­go­no spes­so lon­tani dai riflet­tori per­ché estranei ai gran­di inter­es­si eco­nom­i­co-finanziari. L’altra parte del prog­et­to si svolge pres­so l’anfiteatro del­la Cam­pana, dove stori­ci, filosofi, stu­diosi e gior­nal­isti lan­ciano spun­ti e rif­les­sioni su come costru­ire la pace oggi. Ogni inter­ven­to pren­derà spun­to da un agget­ti­vo che può essere affi­an­ca­to alla paro­la “pace”: Alessan­dro Bar­bero (pace provvi­so­ria), Gabriel­la Bel­li (pace toller­ante), Mau­r­izio Bet­ti­ni (pace aurea), Fran­co Car­di­ni (pace gius­ta), Anna Foa (pace dis­onorev­ole), Giulio Giorel­lo (pace per­pet­ua), Arman­do Mas­sar­en­ti (pace strate­gi­ca), Clau­dio Stri­nati (pace lon­tana), Angela Vettese (sen­za pace), Demetrio Vol­cic (pace ambigua) e Camil­lo Zadra (pace dolorosa).Parole e suoni sono trasmes­si da Radio2 Rai, che pro­pone 12 ore di diret­ta su rete nazionale. Attra­ver­so l’E­BU (Euro­pean Broad­cast­ing Union) l’even­to ver­rà trasmes­so in dif­feri­ta su rete mon­di­ale dalle altre nove emit­ten­ti di pae­si che han­no pre­so parte al con­flit­to: Cesky Rozh­las per la Repub­bli­ca Ceca, ORF-FM 4 per l’Austria, MR Petofi 2 per l’Ungheria, ARD per la Ger­ma­nia, Radio France Le Mouv per la Fran­cia, RDP Ante­na 3 per il Por­to­gal­lo, VRT Stu­dio Brus­sel per il Bel­gio e la RTV per la Mace­do­nia. Inoltre ver­rà trasmes­so, sem­pre in dif­feri­ta, su due­cen­to emit­ten­ti del cir­cuito internazionale.Rovereto non è sta­ta scelta a caso per questo even­to. La cit­tad­i­na val­la­ga­ri­na ospi­ta infat­ti Maria Dolens, la cam­pana for­gia­ta al ter­mine del­la Pri­ma Guer­ra Mon­di­ale con il bron­zo dei can­noni di tutte le nazioni che pre­sero parte al con­flit­to, che ogni sera suona per ricor­dare al mon­do il val­ore di un bene prezioso come la pace.L’appuntamento è ideato e orga­niz­za­to dal­la Rai, dall’Assessorato al Tur­is­mo del­la Provin­cia autono­ma di Tren­to, dal Comune di Rovere­to, da Trenti­no SpA, dall’Apt di Rovere­to e Val­la­ga­ri­na, dal­la Fon­dazione Opera Cam­pana, dal Mart, dal Museo Stori­co Ital­iano del­la Guerra.

Parole chiave: