L'anniversario è stato ricordato con una crociera da Gargnano a Torbole, dall'Isola del Trimelone a Salò. A veleggiare è stata la barca vincitrice nel 1930, il cutter "GALEOTTO".

Le regate del Garda hanno 81 anni

Di Luca Delpozzo

81 anni dal­la pri­ma vit­to­ria in una rega­ta vel­i­ca è l’anniversario che l’imbarcazione pri­ma in quel­la gara ha ricorda­to con una crociera lun­go tutte le rive del  Bena­co.  La bar­ca è il “Gale­ot­to”, oggi arma­ta dai fratel­li gargnane­si Loren­zo e Luciano Magro­gras­si, ormeg­gia­ta al por­tic­ci­o­lo di Bogli­a­co 2000.  Mart­edì scor­so il “Gale­ot­to” ha mol­la­to gli ormeg­gi e rig­orosa­mente a vela ha pri­ma rag­giun­to le acque tren­tine, per poi fare rot­ta ver­so l’isola del Trimel­one, men­tre nel pomerig­gio, dopo aver doppi­a­to Gar­done Riv­iera è tran­si­ta­ta dal por­to tur­is­ti­co del­la Can­ot­tieri Gar­da, a Salò.  Il “Gale­ot­to” ha così toc­ca­to pri­ma il cam­po di gara di quel­la sfi­da di 81 anni fa, poi ha reso, sim­boli­ca­mente, omag­gio a che, in occa­sione del­la com­pe­tizione, donò le coppe per i vinci­tori, quel­la del “Gale­ot­to” ora con­ser­va­ta nelle sale del , men­tre la Can­ot­tieri Gar­da può mostrare la Cop­pa del Liu­taio, un tro­feo in argen­to che il Vate donò per la Cop­pa degli Ago­nali del remo di can­ot­tag­gio. La “rega­ta dei Bragozzi” si corse , tra Riva e Tor­bole nel 1929 e nel 1930.  Nel 1930 ven­nero ammesse anche le barche “non” da trasporto, di fat­to le prime carene da crociera-rega­ta. In ques­ta cat­e­go­ria vinse “Gale­ot­to”, men­tre le vit­to­ria tra i bragozzi (da trasporto) in entrambe le edi­zioni andò al “Gen­o­va”,  bar­ca di Gargnano del­la famiglia Braghieri che fu, tra l’al­tro, la pri­ma bar­ca appog­gio alla nel 1951.  L’inizia­ti­va degli 81 anni del “Gale­ot­to” è sta­ta ded­i­ca­ta all’ul­ti­ma evoluzione del­la vela garde­sana (la vela ter­apia e nel sociale) legan­do la crociera-anniver­sario al prog­et­to Hyak Onlus sul­la dis­abil­ità men­tale,  un pro­gram­ma di riabil­i­tazione attua­to in col­lab­o­razione tra vari Club sportivi del Gar­da (Salò, Portese, Gargnano, Toscolano-Mader­no),  il Cps di Salò e  l’Azienda Ospedaliera di Desen­zano del Gar­da.