Come a via Margutta: sono 30 i pittori impegnati fino a questa sera a dipingere nel centro storico. Tra le stelle locali ci sono Cassani, Girardi, Peroni e Stella Magalini Il presidente degli operatori turistici: «A giorni nascerà la Pro loco»

Le strade in mano agli artisti

30/06/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Per un intero fine set­ti­mana le strade di Tor­ri in mano ai pit­tori. Non si trat­ta di una inizia­ti­va vol­ta a ristrut­turare o ridipin­gere le fac­ciate storiche di edi­fi­ci o mon­u­men­ti, ma del­la sec­on­da edi­zione del­la inizia­ti­va dell’Associazione degli oper­a­tori tur­is­ti­ci Tor­ri del Bena­co, gui­da­ta dall’inossidabile Agosti­no Danese. Assieme al suo staff di col­lab­o­ra­tori, il tito­lare del­la nota oste­ria da Ago & Rita, «poten­do con­tare su rap­p­re­sen­tan­ti di qua­si tutte le attiv­ità eco­nomiche e com­mer­ciali del paese», come lui stes­so ha illus­tra­to, ha ripro­pos­to «una inizia­ti­va che lo scor­so anno ave­va sus­ci­ta­to inter­esse ed apprez­za­men­to» e che «qual­i­fi­ca l’attività ded­i­ca­ta alle man­i­fes­tazioni tur­is­tiche del paese». E così fino ad oggi «la prin­ci­pale via del cen­tro stori­co, come pure gli angoli più sug­ges­tivi e le piazze di Tor­ri sono state e saran­no in mano ad una trenti­na di pit­tori ed artisti di vario genere che dipin­gono “in diret­ta”, e cioè dinanzi al pub­bli­co. Con la pos­si­bil­ità quin­di», ha pros­e­gui­to Danese, «di fer­mar­si e capire di più su come nasca un quadro e quali siano le tec­niche di dis­eg­no di cias­cuno. Tra questi, anche Alber­ta Cas­sani, il noto scul­tore del leg­no Loren­zo Girar­di, la pit­trice Stel­la Mag­a­li­ni e l’artista del fer­ro e scul­tore Ettore Per­oni, tut­ti di Tor­ri». In questi giorni il grup­po degli oper­a­tori tur­is­ti­ci dal mar­chio «Well­come to Tor­ri» ha dis­tribuito nei pae­si lim­itrofi volan­ti­ni illus­tra­tivi del­l’inizia­ti­va con la map­pa per arrivare in paese da tutte le direzioni. «C’è bisog­no», ha com­men­ta­to anco­ra Danese, «di queste inizia­tive, specie per il cen­tro stori­co. Già da diver­si anni infat­ti, in maniera abbas­tan­za para­dos­sale, il cen­tro sof­fre di “inerzia” e va asso­lu­ta­mente riv­i­tal­iz­za­to. Pro­prio ulti­ma­mente, sono sta­ti aper­ti anche dei nuovi negozi che sicu­ra­mente potran­no con­tribuire a rilan­cia­re l’immagine del paese». Ma l’analisi di Danese è a tut­to cam­po. «Final­mente», pros­egue, «anche con i lavori di sis­temazione ed arredo del­la statale garde­sana, anche se in questo momen­to ci si deve scusare per i dis­a­gi arrecati agli ospi­ti, a breve e medio ter­mine Tor­ri ci guadagna sicu­ra­mente, sia in bellez­za che in fun­zion­al­ità. Un buon bigli­et­to da visi­ta per i tur­isti». E come van­no i rap­por­ti con gli ammin­is­tra­tori pub­bli­ci di Tor­ri, date le polemiche a più riprese negli anni scor­si o il gelo, non solo inver­nale, dei mesi scor­si? «Da un po’ di tem­po», ter­mi­na il pres­i­dente dell’Associazione degli oper­a­tori tur­is­ti­ci, «col Comune si è rista­bili­ta fat­ti­va col­lab­o­razione e feel­ing. Per ques­ta inizia­ti­va ad esem­pio, dob­bi­amo davvero ringraziare l’Amministrazione e, in par­ti­co­lare, il vicesin­da­co Daniela Per­oni, che si sono molto prodi­gati». Ma non è tut­to. Danese ha infat­ti riv­e­la­to anche che «da un con­fron­to e da incon­tri avu­ti con l’Amministrazione, nascerà nei prossi­mi giorni la Pro loco di Tor­ri. Rac­coglierà tut­ti i rap­p­re­sen­tan­ti delle attiv­ità com­mer­ciali e cercherà di avere davvero peso nell’organizzazione delle attiv­ità tur­is­tiche del paese».