Sabato ci sarà la manifestazione settembrina. In piazza la sfilata con mille maschere

L’estate turistica finisce in carnevale

13/09/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Tut­to pron­to per l’ultimo appun­ta­men­to del­la sta­gione tur­is­ti­ca esti­va, pre­vis­to per l’intera gior­na­ta di saba­to. E così ormai per la set­ti­ma vol­ta, il pic­co­lo cen­tro lacus­tre si prepara ad ospitare il « Set­tem­bri­no», una vera e pro­pria fes­ta fuori sta­gione con tan­to di maschere ed elezione del Re del Carnevale. «Ques­ta par­ti­co­lare man­i­fes­tazione», ha illus­tra­to il sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li, «nel cor­so di questi anni ha avu­to un cres­cente con­sen­so ed ha saputo aggiun­gere, di edi­zione in edi­zione, qual­cosa di par­ti­co­lare e nuo­vo. È il momen­to in cui, di fat­to», spie­ga il pri­mo cit­tadi­no, «si chi­ude la sta­gione tur­is­ti­ca esti­va e si riescono a portare in paese qua­si tut­ti i grup­pi mascherati più impor­tan­ti di Verona e dell’intera provin­cia». Orga­niz­za­ta dal Comune in col­lab­o­razione con l’azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca lacus­tre, in realtà la man­i­fes­tazione è cura­ta dal comi­ta­to Corte di Re Beren­gario, di cui l’anima è lo speak­er stes­so del­la man­i­fes­tazione, Mino Sar­tori. «Il carnevale di quest’anno», antic­i­pa Sar­tori, «per la pri­ma vol­ta rius­cirà addirit­tura ad uscire dai con­fi­ni provin­ciali, dato che atten­di­amo grup­pi piut­tosto numerosi di maschere, prove­ni­en­ti da Mod­e­na, Gon­za­ga e Tori­no. In tut­to, dovreb­bero essere ben oltre mille le maschere che parteciper­an­no alla sfi­la­ta, rispet­to alle 964 del­la edi­zione del 2000. Inoltre, il gior­nale tedesco “Zeitung” ha ded­i­ca­to, negli ulti­mi quat­tro numeri, mez­za pag­i­na per vol­ta alla nos­tra man­i­fes­tazione». Seg­no inequiv­o­ca­bile questo, dell’apprezzamento e dell’attesa che anche i tur­isti tedeschi han­no nei con­fron­ti del­la insoli­ta fes­ta serale. Il pro­gram­ma di quest’anno prevede alle 10, nel­la piaz­za del por­to, la quin­ta edi­zione del Raduno di auto e moto d’epoca, che poi sfil­er­an­no per le vie del cen­tro e nelle frazioni di Pai ed Albisano. A par­tire dalle 15 invece, per le vie cen­trali del paese ci sarà l’esibizione di ben quat­tro grup­pi diver­si di artisti e musicisti, prove­ni­en­ti dall’Alto Adi­ge, dal Sud Tiro­lo e da Verona. I seguaci di Tanan pro­por­ran­no giochi ed acrobazie, il coro poli­fon­i­co di Verona Le Isti­tuzioni Har­moniche pro­por­rà il pro­prio reper­to­rio di musiche medievali, oltre ai due grup­pi di suona­tori di corno, quel­lo di Sar­enti­no e Schu­plat­ter Sarn­tal di Bolzano. Infine, saran­no pure di sce­na i bal­li popo­lari degli Volk­stanz­gruppe Deutschnofer. Alle 17 invece, inizier­an­no in piaz­za del­la chiesa le votazioni per l’elezione del Re del Carnevale, ovvero del­la maschera a cui è ispi­ra­ta l’intera man­i­fes­tazione del «Carnevale Set­tem­bri­no». Stori­ca­mente infat­ti, il pri­mo re d’Italia sog­giornò a Tor­ri del Bena­co e tutt’oggi, nei pres­si del­la chiesa, c’è una torre che ne por­ta il nome. Saran­no tre anche quest’anno i can­di­dati che si con­tender­an­no lo scettro di Re ed andran­no a rap­p­re­sentare il paese nei vari carnevali provin­ciali. Top secret, almeno per ora, i nomi dei tre con­tenden­ti, che ver­ran­no invece pre­sen­tati uffi­cial­mente saba­to. Quin­di, alle 20.30, sfi­la­ta delle maschere ed incoro­n­azione del nuo­vo Beren­gario Pri­mo. Per le 23.30 invece, uno dei momen­ti più atte­si e sug­ges­tivi del­la fes­ta e cioè i fuochi d’artificio, sia dalle tor­ri del castel­lo che sulle acque del lago anti­s­tan­ti il porto.

Parole chiave:

Commenti

commenti