Presentata la raccolta di poesie scritte da Mario Arduino

L’ex sindaco racconta in versiil lago che non esiste più

23/02/2008 in Cultura
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
M.TO.

L’ultima fat­i­ca poet­i­ca di Mario Arduino, scrit­tore e gior­nal­ista, è sta­ta pre­sen­ta­ta nel­la comu­nale di Sirmione, sua cit­tà natale. «Per queste strade buie» (ed. Zanet­ti di Mon­tichiari), a cura di Mir­co Mal­tau­ro a sua vol­ta poeta, rac­coglie ver­si scrit­ti da Arduino in tre decen­ni, molti dei quali ormai introvabili.Sessantaquattro poe­sie ripor­tate in ordine crono­logi­co, che aprono una fines­tra sul­la Sirmione che fu e su quel­la che è oggi. Un raf­fron­to che, a trat­ti, è amaro. Quel­la di Mario Arduino del resto è una assai sen­si­bile e del­i­ca­ta, come gius­ta­mente ha osser­va­to Mal­tau­ro, «tan­to da apparire sem­plice, las­cian­do dietro di sé uno strasci­co di malinconia».Una poe­sia, la sua, che non si dis­cos­ta dal­la realtà. Per­cepisce inoltre i cam­bi­a­men­ti, tal­vol­ta dolorosi e mal­in­coni­ci, del­la vita, dell’ambiente, del­la natu­ra che stan­no attorno a noi. Arduino, che ama come pochi la peniso­la sirmionese, anche per­ché vi ha sem­pre abi­ta­to sin dal­la nasci­ta, avverte un tur­ba­men­to per questi cam­bi­a­men­ti, come le vec­chie case, i pesca­tori, gli scor­ci che non ci sono più o che stan­no scom­paren­do. Inoltre, Arduino, che è sta­to per due man­dati sin­da­co di Sirmione ed attual­mente ne è difen­sore civi­co, è rimas­to sem­pre coer­ente alle pro­prie idee ed ai pro­pri prin­cipii morali. Per questo, ha det­to nel suo inter­ven­to Sabi­na Fad­abi­ni, «egli è l’ultimo poeta del­la Sirmione di un tem­po che ha poco in comune con l’attuale». Il paese in cui i pesca­tori ram­men­da­vano le reti o ci si accon­tenta­va di un piat­to di castagne è defin­i­ti­va­mente scom­par­so. Lo fa riv­i­vere la poe­sia. La ser­a­ta ha vis­to poi la let­tura di alcu­ni ver­si ad opera di Maria Rosa Fer­rari, men­tre Sabi­na Fad­abi­ni è inter­venu­ta nelle vesti di criti­co. La rac­col­ta è in ven­di­ta a 10 euro.

Parole chiave: - -

Commenti

commenti