Domani a Castel Goffredo, volumi e vino, laboratorio sul tortello amaro e danze.

Libri sotto i portici… da mangiare e da bere

Parole chiave:
Di Redazione

Lib­ri da man­gia­re e da bere assieme ad altre migli­a­ia e migli­a­ia di volu­mi di ogni tipo, lab­o­ra­to­rio di cuci­na e danze. L’appuntamento di domani, domeni­ca 6 otto­bre, con “Lib­ri sot­to i por­ti­ci” di Cas­tel Gof­fre­do si annun­cia ad altissi­mo liv­el­lo e in gra­do di rac­cogliere l’interesse di tan­ti cit­ta­di­ni e ospi­ti.

Tema di questo mese è la gas­trono­mia in ogni sua fisiono­mia e il . Il che sig­nifi­ca pro­tag­o­nis­mo tra i tan­ti lib­ri pro­posti sulle 150 ban­car­elle preno­tate di quel­li “da man­gia­re e da bere”. Vuol dire anche un atte­sis­si­mo lab­o­ra­to­rio di cuci­na che sarà atti­vo, nel­la Gal­le­ria Baz­zana, gius­to sot­to i por­ti­ci, sia al mat­ti­no, alle 11, sia nel pri­mo pomerig­gio, alle 14,30.

Il tema del lab­o­ra­to­rio è qua­si scon­ta­to, con­sid­er­a­to che siamo a Cas­tel Gof­fre­do, “Come si prepara il tortel­lo amaro”. In cat­te­dra, si fa per dire, un pro­fes­sion­ista quale Francesco Fer­rari (Pas­taio Agosti­no) e Anna Mag­a­li­ni, una casalin­ga lega­ta alle tradizioni e che, quin­di, il piat­to tipi­co di Cas­tel Gof­fre­do lo fa da sé. Poi, dalle 15,30 in poi, via alle danze con il grup­po Sem­prin­bal­lo guida­to da Pao­la Trec­ca­ni che si esi­birà, in piaz­za Mazz­i­ni, con bal­li popo­lari di tut­to il mon­do.

Infor­mazioni ulte­ri­ori su: www.librisottoiportici.it

(Foto di Mas­si­mo Telò ©Mas­si­mo Telò)

Parole chiave: