Le bancarelle, sempre al coperto, saranno oltre 100, il che vuol dire che nessun altro mercato italiano è, per la quantità dei libri esposti.

Libri sotto i portici” di Castel Goffredo al terzo appuntamento con ospiti d’eccezione e “Cerchi un libro? Scrivilo qui”

Di Luca Delpozzo
Uff. Stampa evento

Ter­zo appun­ta­men­to a Cas­tel Gof­fre­do, domeni­ca 3 aprile, per “Lib­ri sot­to i por­ti­ci” con più ban­car­elle con ospi­ti d’eccezione e il lan­cio di una nuo­va inizia­ti­va  il cui sen­so è chiaro sin dal tito­lo “Cer­chi un libro? Scriv­i­lo qui”. Le ban­car­elle, guardan­do all’avvio dell’iniziativa, saran­no, gra­zie al nuo­vo spazio con­quis­ta­to e sem­pre al cop­er­to,  non meno di ven­ti in più, superan­do quin­di quo­ta 100, il che vuol dire che nes­sun altro mer­ca­to ital­iano è, per la quan­tità dei lib­ri pro­posti, alla pari di Cas­tel Gof­fre­do.    Gli ospi­ti avran­no come pal­cosceni­co piaz­za Castelvec­chio, accan­to al cir­cuito delle ban­car­elle. Qui alle 11 Rossan­dra Sos­sai (voce nar­rante), accom­pa­g­na­ta dal­la chi­tar­ra clas­si­ca di Nico­la Armani­ni  pro­por­rà “1969, Fab­rizio De André”. Nel pomerig­gio, alle 16,30, sarà la vol­ta di Mas­si­mo Nov­el­li, un cro­nista di raz­za che è invi­a­to spe­ciale di Repub­bli­ca e scrit­tore abit­u­a­to a fru­gare nel pas­sato, sco­pren­do gran­di e anco­ra sconosciute sto­rie. Come quelle che si pos­sono leg­gere in “La cam­biale dei Mille e altre sto­rie del Risorg­i­men­to” pub­bli­ca­to da Inter­lin­ea. Un  tito­lo, come si può intuire, in lin­ea con il 150° com­plean­no dell’Unità d’Italia.    Infine, rispon­den­do alle attese dei tan­ti bib­liofili che han­no scop­er­to Cas­tel Gof­fre­do, nel per­cor­so del mer­ca­to sarà col­lo­ca­ta una grande bacheca sul­la quale saran­no rac­colti i desider­a­ta dei vis­i­ta­tori. “Cer­chi un libro? Scriv­i­lo qui” è il mes­sag­gio d’invito a seg­nalare quel o quei lib­ri che si cer­cano e che potrebbe mag­a­ri trovar­si pro­prio su una delle ban­car­elle del mer­ca­to. E se non ques­ta domeni­ca, un’altra.    Infine, per chi ama arte e sto­ria, oltre alla visi­ta gui­da­ta (ore 15,30 – dura­ta 1 ora) alla Preposi­tu­rale di Sant’Erasmo e al suo Tesoro, sarà atti­va­ta per tut­to il peri­o­do esti­vo, la visi­ta gui­da­ta alla cit­tà anti­ca (ore 15 – dura­ta 40 minu­ti).