Il consiglio comunale unanime contro l'alga anabaena e le schiume delle centrale: innocue ma orribili a vedersi

L’immagine del Garda vale miliardi: va tutelata

12/08/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

La qual­ità garan­ti­ta non bas­ta più, per vendere oggi occorre anche curare l’im­mag­ine. Ne con­segue che l’an­abae­na, ossia quel­l’or­ri­bile alga che sporca­va di chi­azze gial­las­tre la super­fi­cie del lago, o le schi­ume bian­cas­tre prodotte dal­lo sbat­ti­men­to del­l’ac­qua del Ponale, non sono più toller­a­bili. Non bas­ta essere sicuri che non c’è inquina­men­to ma si trat­ta solo di fenomeni des­ti­nati a scom­par­ire non appe­na ven­gono a ces­sare le cause, fisiche o ambi­en­tali, che li han­no prodot­ti. Il Gar­da movi­men­ta una quan­tità trop­po impor­tante di mil­iar­di per trascu­rarne l’im­mag­ine. Ed indub­bi­a­mente nes­suno ha voglia di venire dal­la Ger­ma­nia o dal­l’Inghilter­ra a fare il bag­no o volare in surf su di un lago dal­l’ac­qua igien­i­ca­mente inec­cepi­bile ma vom­itev­ole a ved­er­si. Il con­siglio comu­nale ha così approva­to all’u­na­nim­ità la mozione dei capi­grup­po, pri­mo fir­matario Pao­lo Mat­teot­ti, che impeg­na la giun­ta «ad atti­var­si imme­di­ata­mente pres­so tut­ti gli organ­is­mi per ver­i­fi­care allo sta­to delle conoscen­ze attuali, quali sono i fat­tori di svilup­po del­l’al­ga, quali le prob­a­bil­ità che il fenom­e­no si ripeta e quali gli inter­ven­ti ipo­tiz­z­abili per riportare il Bena­co al suo sta­to nat­u­rale». In più la giun­ta dovrà pre­mu­rar­si di ottenere un mon­i­tor­ag­gio serio e cred­i­bile degli afflu­en­ti ‑oltre al Sar­ca già sot­to con­trol­lo anche Albo­la, Varone e Galan­zana- per accertare la quan­tità dei nutri­en­ti che il Gar­da si tro­va a dover smaltire.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti