Corsi di formazione professionale all'Opg di Castiglione

L’iniziativa dei volontari de La Luna

24/06/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
m.v.

Si è recen­te­mente cos­ti­tui­ta, nel­l’Ospedale psichi­atri­co giudiziario di Cas­tiglione, l’or­ga­niz­zazione di volon­tari­a­to Onlus ‘La Luna’.Quest’organizzazione, fon­da­ta da oper­a­tori del­l’Opg e pre­siedu­ta dal dot­tor Antoni­no Calogero, si pone l’o­bi­et­ti­vo di svilup­pare, nel rispet­to del­la leg­is­lazione vigente, nuovi mod­el­li riabil­i­ta­tivi e trat­ta­men­tali a ben­efi­cio del mala­to men­tale autore di reato, attra­ver­so la real­iz­zazione e la ges­tione di per­cor­si di for­mazione, riqual­i­fi­cazione pro­fes­sion­ale ed inser­i­men­to lavo­ra­ti­vo. Attual­mente, all’in­ter­no del­la strut­tura, ques­ta final­ità si è con­cretiz­za­ta in cor­si di for­mazione pro­fes­sion­ale gesti­ti dal­l’E­naip di Man­to­va, che han­no per­me­s­so di creare lab­o­ra­tori di faleg­name­ria, grafi­ca, infor­mat­i­ca, sar­to­ria, manuten­zione del verde, men­tre sarà al più presto atti­va­to il lab­o­ra­to­rio di lega­to­ria. Gra­zie a don­azioni, è sta­to pos­si­bile acquistare attrez­za­ture, per la lavo­razione del leg­no, per un val­ore di alcu­ni mil­ioni. I degen­ti che fre­quen­tano questi cor­si sono 19, cir­ca il 10% del totale dei ricoverati, indi­vid­uati in rap­por­to a una serie di vari­abili che van­no dal­la dura­ta del­la misura di sicurez­za, pre­vista per il loro caso, alla situ­azione clin­i­ca, alla loro capacità/volontà di seguire il per­cor­so di riabil­i­tazione, che è coor­di­na­to dal dott. Riv­el­li­ni e che vede dis­tac­cati quat­tro oper­a­tori infer­mieris­ti­ci, sot­to la super­vi­sione del dot­tor Calogero.Due gli aspet­ti inter­es­san­ti di quest’es­pe­rien­za: per quan­to riguar­da le pos­si­bil­ità future di inser­i­men­to lavo­ra­ti­vo, va sot­to­lin­eato che il lab­o­ra­to­rio di faleg­name­ria lavo­ra per l’80% su commesse esterne; men­tre, sul piano stret­ta­mente lega­to alla dimen­sione del­la cura, questo per­cor­so riabil­i­ta­ti­vo prevede l’us­ci­ta dai repar­ti (due maschili e due fem­minili) per seguire i cor­si e la per­ma­nen­za, fino a pomerig­gio inoltra­to, in una sor­ta di cen­tro diurno, nel­la strut­tura del­l’ex-casa alber­go, ora incor­po­ra­ta dal­l’Opg, dove si svolge una vita di tipo comu­ni­tario, in tut­to e per tut­to sim­i­le a quel­la quo­tid­i­ana del mon­do ester­no. I degen­ti sono coin­volti nel­la preparazione dei pasti e nel­la manuten­zione del­la strut­tura, sovven­zion­a­ta dai sus­si­di ergoter­api­ci, che si pre­sen­ta notevol­mente miglio­ra­ta e abbel­li­ta rispet­to ad alcu­ni anni fa. L’as­so­ci­azione La Luna è aper­ta a chi­unque, pre­via doman­da, desiderasse asso­cia­r­si o con­tribuire in qualche modo ai suoi fini istituzionali.Per mag­giori infor­mazioni ci si può riv­ol­gere al dott. Antoni­no Calogero (tel.0376/949800).