Grazie alle ultime nevicate che hanno imbiancato le montagne, da sabato 1° dicembre apre ufficialmente la stagione dello sci

L’inverno trentino entra nel vivo

04/12/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Gra­zie alle per­tur­bazioni degli ulti­mi giorni, che han­no imbian­ca­to le vette con parec­chi cen­timetri di neve fres­ca ed alle basse tem­per­a­ture, che han­no per­me­s­so l’utilizzo degli impianti per l’innevamento pro­gram­ma­to, da saba­to 1° dicem­bre la sta­gione del­lo sci entra nel vivo in molte local­ità del Trenti­no. Per i prossi­mi giorni le pre­vi­sioni meteo preve­dono cielo sereno e un repenti­no abbas­sa­men­to del­la colon­ni­na di mer­cu­rio, che garan­ti­ran­no, quin­di, un inizio all’insegna del sole e dell’ottima sciabilità.Al Pas­so del Tonale, con oltre 110 cen­timetri di fioc­chi cadu­ti da poco, si può scen­dere su tutte le piste, men­tre il ghi­ac­ciaio Pre­se­na rimane chiu­so fino al 7 dicem­bre per la trop­pa neve cadu­ta (150/180 cm).In Val di Fas­sa, a dis­po­sizione di sci­a­tori e snow­board­er ci sono alcu­ni trac­ciati per­fet­ta­mente innevati a Moe­na e a Bel­la­m­onte, nel­la Ski Area dell’Alpe Lusia e a Pas­so San Pel­le­gri­no-Fal­cade. Sono garan­ti­ti anche i col­lega­men­ti con Obereggen e Predazzo.Da saba­to 1° dicem­bre si potrà scia­re anche sulle piste del­l’Alpe di Lusia, del Ciampac e del Buf­fau­re. A par­tire dal 6 dicem­bre entr­eran­no invece in fun­zione tut­ti gli altri impianti del­la Val di Fas­sa, com­pre­si quel­li di Campitel­lo-Col Rodel­la e di Canazei-Belvedere, per regalare agli appas­sion­ati del­lo sci un inver­no cari­co di emozioni.Dal prossi­mo fine set­ti­mana ci si può diver­tire anche sulle piste di Anda­lo e di del­la Paganel­la, dove nei giorni scor­si sono cadu­ti 50 cen­timetri di neve, di San Mar­ti­no di Cas­troz­za e di Pas­so Rolle. Fun­zio­nano a pieno regime anche gli impianti di Pin­zo­lo e di Madon­na di Campiglio, tranne la Cab­i­novia 5 Laghi.E anco­ra, dal 1° dicem­bre, saran­no agi­bili le piste del Monte Bon­done, la mon­tagna di Tren­to, e quelle di Folgaria-Lavarone.Aprono la set­ti­mana suc­ces­si­va, in con­comi­tan­za con il ponte dell’Immacolata, gli impianti di Fol­gar­i­da Mar­ill­e­va, di Pejo, in Val di Sole, delle “Roc­ce Rosse” sul Monte Bon­done, del­la Panarot­ta (www.panarotta.it), del Pas­so Bro­con sul Lago­rai (www.skilagorai.it) e dell’Alpe Cer­mis in Val di Fiemme.Gli appas­sion­ati di fon­do pos­sono già “scal­dar­si le gambe” a Pas­so Lavazè sull’anello di 4 chilometri e mez­zo, des­ti­na­to ad allun­gar­si nelle prossime set­ti­mane, men­tre il 7 dicem­bre apre uffi­cial­mente il Cen­tro del Fon­do di Cam­po Car­lo Mag­no, a Madon­na di Campiglio.Per avere infor­mazioni det­tagli­ate sull’andamento del­la sta­gione inver­nale, si pos­sono con­sultare i siti web dei due prin­ci­pali com­pren­sori, il Dolomi­ti Super­s­ki (www.dolomitisuperski.it) e lo Ski­ra­ma-Adamel­lo-Brenta (www.skirama.it), nonché il bol­let­ti­no piste su www.visittrentino.it.

Parole chiave: