Bettoni e Tamburini: «Appello al buonsenso dei veronesi»

Lo scalo conteso: dibattimento a Roma. Consiglio di Stato per Abem è un’altra vittoria

10/07/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Nel­la vicen­da per la con­ces­sione dell’aeroporto di Mon­tichiari, Abem incas­sa un’altra vit­to­ria sul­la Cat­ul­lo. Si è svolto ieri a Roma, alla Ses­ta sezione del Con­siglio di Sta­to, il dibat­ti­men­to sul ricor­so con­tro la sen­ten­za del Tar dell’11 feb­braio 2009. Il Tri­bunale, in quell’occasione, diede ragione ai bres­ciani con­tro l’affidamento del­la tito­lar­ità del D’Annunzio ai veronesi.NEL DIBATTIMENTO di ieri — si legge in una nota di Abem — «Cat­ul­lo e Enac, resisi con­to che non avreb­bero ottenu­to la sospen­si­va richi­es­ta, han­no rin­un­ci­a­to alla loro istan­za e accetta­to che la causa ven­ga dis­cus­sa nel mer­i­to e a data da des­ti­nar­si». Di fat­to, res­ta dunque vali­do il provved­i­men­to dell’11 feb­braio. I giu­di­ci ave­vano, in sin­te­si, dichiara­to nul­la la con­ven­zione con la quale l’Enac affi­da­va la tito­lar­ità del­lo sca­lo bres­ciano ai verone­si, definen­dola «lesi­va del­la posizione di Abem» anche in ragione del fat­to che la sua imme­di­a­ta oper­a­tiv­ità «impe­di­va la gara pubblica».Tra i bres­ciani in cam­po per la con­ces­sione del­lo sca­lo si res­pi­ra aria di sod­dis­fazione, anche se è evi­dente che la vicen­da legale sta inaspren­do il cli­ma e che ogni spi­raglio di dial­o­go è ormai venu­to meno. La cor­da­ta com­pos­ta da Abem, Cdc, Comune e Provin­cia ave­va chiesto un’offerta per l’acquisto del­lo sca­lo di Mon­tichiari, ma la par­ti­ta, sec­on­do quan­to si è appre­so, con­tin­ua ad essere fer­ma per una «chiusura totale» da parte dei verone­si, che han­no piani com­ple­ta­mente diver­si. «SIAMO SODDISFATTI di come sono andate le cose a Roma — com­men­ta Fran­co Bet­toni, pres­i­dente del­la Cdc che è azion­ista di mino­ran­za di Abem -. L’esito in Con­siglio di Sta­to dovrebbe durla lun­ga sul fat­to che l’azione di Abem è sta­ta lungimi­rante». A questo pun­to «se la Cat­ul­lo facesse fin­ta di nul­la sarei davvero stupi­to». Anche per­ché, aggiunge Bet­toni, «se non usci­amo da questo lim­bo il pas­so suc­ces­si­vo sarà inevitabil­mente andare in gara».Il pres­i­dente di Abem Fran­co Tam­buri­ni fa appel­lo al «buon­sen­so di chi in un momen­to dif­fi­cile sta ges­ten­do il nos­tro sca­lo in modo som­mario». La «vit­to­ria» in Con­siglio di Sta­to, aggiunge Tam­buri­ni, «è un’altra grossa affer­mazione delle ragioni bresciane».