Il sindaco Malossini promette contromisure per San Silvestro 2001

«Lo scempio non si ripeterà»

02/01/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
p.t.

Che l’im­be­cil­lità sia provo­ca­ta dalle esager­ate liba­gioni o che sia con­geni­ta poco impor­ta. Il ris­chio è sem­pre quel­lo: che fac­cia dan­ni. E così, pre­so atto del suc­ces­so del­la «Mez­zan­otte di Fia­ba», pre­so atto che essa è in gra­do di richia­mare molti tur­isti e di sod­dis­fare le aspet­ta­tive delle diverse fasce d’età, occorre cor­rere ai ripari per evitare che il prossi­mo anno Piaz­za Cate­na, Piaz­za Tre Novem­bre e le vie d’ac­ces­so vengano anco­ra ridotte a campi di battaglia dai soli­ti imbe­cil­li. Neces­sità, ques­ta, di cui è con­vin­to anche il sin­da­co, Cesare Mal­ossi­ni, che sta già pen­san­do alle con­tro­misure per “dis­ar­mare” i van­dali di fine anno. «Fare­mo in modo che questo scem­pio non si ripeta più — con­fer­ma Mal­ossi­ni — mag­a­ri, tan­to per fare un esem­pio, con un’or­di­nan­za che vieti, per quel­la notte, di portare bot­tiglie di vetro in piaz­za. Le pos­si­bil­ità sono e molte le studier­e­mo tutte». A propos­i­to di van­dali, anche quest’an­no sono andati a fuo­co due cas­sonet­ti del­la spaz­zatu­ra: uno vici­no alla Roc­ca e uno a San Gior­gio, nei pres­si del­la chiesa.