Si è imposto, nelle acque antistanti il golfo di Salò, sui 36 equipaggi avversari

Lo skipper Oscar Tonoli nuovo Campione d’Italia della Mini Altura con lo scafo “Energy Solution”-Fat 26.

16/05/2010 in Sport
Di Luca Delpozzo

Lo skip­per di Desen­zano del Gar­da Oscar Tono­li ha vin­to nelle acque di Salò il Cam­pi­ona­to Ital­iano del­la classe Mini Altura. Tono­li era alla bar­ra di “Ener­gy Solu­tion”, scafo del­la serie Fat 26 che, con una pro­gres­sione impres­sion­ate, ha bat­tuto i 36 avver­sari di ques­ta com­tat­tutis­si­ma serie di regate, ben 7, team prove­ni­en­ti da tut­ta Italia. In sec­on­da posizione si è piaz­za­to l’Ufet­to 22 di Pao­lo Pisa (pri­mo tra i tim­o­nieri arma­tori e del­la classe Ufo 22), por­ta­col­ori del­la Can­ot­tieri Gar­da e al ter­zo il “Sonar” scafo che ave­va a bor­do gli atleti del prog­et­to per le Par­alimpia­di del­la Can­ot­tieri Gar­da: Gior­gio Zorzi e . Per loro era, in ver­ità solo un allena­men­to, in vista del­la qual­i­fi­cazione per Lon­dra 2012 che si giocher­an­no a luglio sul mare olan­dese di Medem­blick.  L’I­tal­iano Mini Altura 2010 era orga­niz­za­to dal­la Can­ot­tieri Gar­da in col­lab­o­razione con i Club di Portese, Mader­no, Berg­amo, ed era spon­soriz­za­to dai brand “Vol­vo” e “Abarth” e dal Grup­po Bossoni. La clas­si­fi­ca è “provvios­ria” causa una col­li­sione che ha costret­to al ritiro il Pro­tag­o­nist “Te Bam­bo”, la cui posizione in clas­si­fi­ca è per ora all’11° posto.Inutile sot­to­lin­eare il val­ore ed il suc­ces­so del­la man­i­fes­tazione pro­mossa dal­la Can­ot­tieri Gar­da in col­lab­o­razione con lo Yacht Club di Bergano, i Club veli­ci garde­sani di Portese e Toscolano-Mader­no, la 14a zona del­la e l’U­vai, l’U­nione Vela d’al­tura ital­iana. Per l’I­tal­iano Mini Altura è sta­to un record come parte­ci­pazioni con ben 37 scafi iscrit­ti e tut­ti in gara.