È stato presentato ieri il nuovo impianto

Lo sport trova casa nel centro di Lugana

14/03/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

Sicu­ra­mente per il sot­toseg­re­tario alle riforme isti­tuzion­ali, Aldo Branch­er, deve essere sta­ta la pri­ma vol­ta in una cer­i­mo­nia tagliare il nas­tro che non fos­se tri­col­ore. Per­ché quel­lo reciso con le for­bici ieri mat­ti­na in via Tin­toret­to, davan­ti al “Vil­lag­gio dei Fiori” a Lugana di Sirmione era un nas­tro che soli­ta­mente si uti­liz­za per i cantieri edili. Non è sta­ta una gaffe, state tran­quil­li. Ieri, come già rifer­i­to nei giorni scor­si, quel­la del nuo­vo cen­tro sporti­vo di Sirmione è sta­ta soltan­to una pre­sen­tazione in quan­to i lavori di com­ple­ta­men­to non sono del tut­to ter­mi­nati. A causarne il ritar­do è sta­to il mal­tem­po (pri­ma la piog­ga, poi la neve) che ha gio­ca­to un brut­to scher­zo. Dunque, la cer­i­mo­nia d’in­au­gu­razione, alla quale parteciper­an­no tut­ti i sodal­izi sportivi del ter­ri­to­rio, è solo riman­da­ta di poco. E’ comunque un bel­l’impianto. «Nel­la nos­tra provin­cia — ha osser­va­to il pres­i­dente del­la Provin­cia Alber­to Cav­al­li, inter­venu­to alla man­i­fes­tazione con l’asses­sore Mau­ro Paroli­ni — la dotazione di impianti sportivi è insuf­fi­ciente, quan­do si vedono però Comu­ni impor­tan­ti come Sirmione real­iz­zare un cen­tro mod­er­no, non pos­si­amo che esserne com­piaciu­ti. Felice anche la deci­sione di far gio­care i ragazz­i­ni del­la scuo­la media in ques­ta pri­ma gior­na­ta». A sua vol­ta, Branch­er riv­ol­gen­dosi al pub­bli­co ha det­to che «Sirmione può essere fiera di avere una sim­i­le strut­tura sporti­va». In breve una sche­da tec­ni­ca del pri­mo grande impianto di Sirmione. Costa­to qua­si 3 mil­iar­di di vec­chie lire (a cari­co di una soci­età lot­tiz­zante) e real­iz­za­to a tem­po di record (poco più di un anno) dal­l’im­pre­sa Adri­ano Antonut­ti, azien­da leader nelle costruzioni (i cal­coli sono sta­ti ese­gui­ti dal­l’ing. Clau­dio Tonio­lo), l’impianto si estende su una super­fi­cie di ben 50 mila mq., sul­la quale sono sta­ti real­iz­za­ti due campi di cal­cio in erba e ter­ra bat­tuta per 11 gio­ca­tori, un altro con fon­do sin­teti­co per 7 gio­ca­tori, una palazz­i­na polifun­zionale, una tri­buna per 500 per­sone (in futuro sarà ricop­er­ta) con all’in­ter­no servizi e spoglia­toi. Attorno ai campi sono, inoltre, disponi­bili spazi ver­di. Alla cer­i­mo­nia era­no pre­sen­ti l’in­tera giun­ta comu­nale con il sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari, autorità mil­i­tari e reli­giose e un centi­naio di sco­lari del­la scuo­la media.

Parole chiave:

Commenti

commenti