Domani a Desenzano si discute della rivoluzione in atto nei pubblici esercizi

Locali di tendenza, il lago nuova frontiera

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Si chia­mano locali di ten­den­za, nascono in numero sem­pre mag­giore soprat­tut­to nelle local­ità tur­is­tiche come il Bena­co. Il loro moti­vo con­dut­tore è un’im­mag­ine molto carat­ter­iz­za­ta e un’of­fer­ta in sin­to­nia con l’e­si­gen­za di fruire di luoghi non anon­i­mi dove ritrovar­si e riconoscer­si. Pro­prio del­la rap­i­da evoluzione dei locali di ten­den­za si par­lerà domani lunedì 21 otto­bre alle ore 14.30 nel Palaz­zo del Tur­is­mo di Desen­zano in un con­veg­no orga­niz­za­to da Cast Ali­men­ti in col­lab­o­razione con «Osser­va­to­rio A1 Ambi­ente e Sana Ali­men­tazione». Un’anal­isi anche super­fi­ciale dei macro indi­ca­tori eco­nomi­ci rifer­i­ti al set­tore alberghiero e del­la ris­torazione indi­cano che in questo set­tore si reg­is­tra­no sig­ni­fica­tivi movi­men­ti di cresci­ta, in con­tro­ten­den­za rispet­to a una sostanziale con­trazione delle attiv­ità tradizion­ali di servizio. Se si dovessero dis­ag­gre­gare tali dati, sosten­gono i pro­mo­tori, «si rileverebbe che l’au­men­to di addet­ti è a totale cari­co del servizio ris­tora­ti­vo, men­tre c’è una sostanziale sta­bil­ità o addirit­tura un calo di addet­ti nel­la ricettiv­ità alberghiera, con­no­ta­ta da un proces­so di rior­ga­niz­zazione delle strut­ture a con­duzione famil­iare». Si sta assis­ten­do, per­ciò, al nascere di una notev­ole quan­tità di micro-imp­rese, di pub­bli­ci eser­cizi, che ten­dono ad indi­vid­uare il van­tag­gio com­pet­i­ti­vo nel­l’e­lab­o­razione di un’of­fer­ta per­son­al­iz­za­ta di ris­torazione veloce e di qual­ità. Men­tre si nota una sig­ni­fica­ti­va fles­sione dei fast food omolo­gati, la cul­tura del , del­la bir­ra, la riscop­er­ta di cibi gen­ui­ni nei quali è con­den­sa­ta la tradizione, favorisce la for­mazione di locali di ten­den­za. L’in­con­tro di Desen­zano, dunque, sarà l’oc­ca­sione per indi­vid­uare questo tipo di mer­ca­to, e se vi siano stru­men­ti di pre­vi­sione attendibili da adottare nel varo di nuove imp­rese. Quin­di, più di un momen­to di rif­les­sione su con­cetti e modal­ità di svilup­po e inno­vazione per le attiv­ità in àmbito ris­tora­ti­vo e tur­is­ti­co. Il pro­gram­ma del­la gior­na­ta prevede alle 15 l’aper­tu­ra del con­veg­no con il salu­to del­l’asses­sore al Tur­is­mo di Desen­zano, Ade­lio Zanel­li, quin­di un ind­i­riz­zo di salu­to di Ezio Cam­pag­no­la del­l’Osser­va­to­rio A1 e di Vit­to­rio San­toro di Cast Ali­men­ti, i due pro­mo­tori del con­veg­no. A seguire, gli inter­ven­ti di , gior­nal­ista spe­cial­iz­za­to in enogas­trono­mia, , pres­i­dente del Con­sorzio Pas­tic­ceri Bres­ciani, Piero Mottarel­la, tito­lare di «Wine Bar», Mau­r­izio Cor­radin, diret­tore san­i­tario di un cen­tro benessere ital­iano; infine Fer­nan­do Moran­do, pres­i­dente del­la Con­f­com­mer­cio di Verona. Mod­er­a­tore il diret­tore del­la riv­ista «Fuor­i­c­asa», Alber­to Schieppati.

Parole chiave: