Coinvolti Provincia e un’azienda

L’occhio di «Falcon»trova le auto rubate

04/03/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
A.S.

Coman­do di di Gar­da, Comune e Provin­cia, pre­sen­tano oggi alle 14.30, nel­la sala mostre del Comune, (in fian­co al munici­pio), il prog­et­to «Fal­con Eye». Un prog­et­to che dichiarata­mente final­iz­za­to alla ricer­ca dei veicoli rubati e al mon­i­tor­ag­gio di quel­li cir­colan­ti ma «seg­nalati» alle forze dell’ordine.Si trat­ta per il momen­to di un’iniziativa dal carat­tere sper­i­men­tale, riv­ol­ta anche a con­trol­lare il flus­so veico­lare e ricer­care quin­di, nel­lo stes­so tem­po, gli automezzi rubati o seg­nalati come pos­si­bile minac­cia alla sicurezza.«Falcon Eye», spie­ga il vicesin­da­co Anto­nio Pasot­ti, «è con­dot­to in col­lab­o­razione con le ditte Delpho Eng. E Com­er­son, così da pot­er dotare il nos­tro coman­do di polizia locale di un mod­er­no stru­men­to inter­at­ti­vo ma anche molto con­tenu­to nei costi. E pot­er rispon­dere così anche in tem­po reale alle richi­este di infor­mazioni prove­ni­en­ti dalle altre forze dell’ordine durante lo svol­gi­men­to di indagi­ni di polizia giudiziaria».Un pas­so in avan­ti, dunque, nel­la direzione del­la col­lab­o­razione tra le forze dell’ordine per la pre­ven­zione di atti crim­i­nosi al fine di aumentare anche la cosid­det­ta «percezione di sicurez­za» da parte dei cit­ta­di­ni. Alla pre­sen­tazione del prog­et­to, sarà pos­si­bile assis­tere alle poten­zial­ità del sis­tema, che è già oper­a­ti­vo sul ter­ri­to­rio ed avere infor­mazioni dirette dai prog­et­tisti, anche in vista di even­tu­ali per­son­al­iz­zazioni del soft­ware.

Parole chiave: