Volontari per lavori di pubblica utilità cercasi. A partire dai parchi pubblici, ma non solo.

Lonato del Garda rilancia l’appello ai “volontari civici”, per i parchi e non solo

19/09/2015 in Attualità
Di Redazione

Dopo l’approvazione da parte del con­siglio comu­nale di Lona­to del nuo­vo “Rego­la­men­to per la real­iz­zazione di inter­ven­ti su prog­et­ti pre­sen­tati da cit­ta­di­ni sin­goli o asso­ciati per la riduzione o esen­zione dei trib­u­ti”, la Giun­ta Tar­dani definirà presto, nell’ambito del pro­prio pat­ri­mo­nio comu­nale, i servizi nec­es­sari e gli spazi in cui potrà essere utile la col­lab­o­razione dei “volon­tari civi­ci”.

«Intan­to chi desidera col­lab­o­rare, può seg­nalare la pro­pria disponi­bil­ità in Comune», antic­i­pa il sin­da­co , ricor­dan­do che lo stru­men­to è quel­lo del “pat­to di col­lab­o­razione” tra cit­ta­di­ni e Comune e che gli inter­ven­ti dei cit­ta­di­ni attivi per la cura del pat­ri­mo­nio comu­nale dovran­no avvenire «in armo­nia con gli inter­es­si pub­bli­ci e pri­vati; le pro­poste di col­lab­o­razione dovran­no rice­vere il con­sen­so del Comune e i volon­tari saran­no coor­di­nati da un ref­er­ente o “tutor”, per settore».

«Fa piacere vedere che già alcu­ni lonate­si si pren­dono cura dei parchi pub­bli­ci e pro­pon­gono inizia­tive pri­vate per man­tenere in ordine questi luoghi, ma tali inizia­tive di pulizia e man­ten­i­men­to dei parchi neces­si­tano di una “regia comu­nale”, altri­men­ti si rischia di andare a pulire luoghi già in ordine, mag­a­ri trascu­ran­do zone più meritevoli di atten­zione e manuten­zione», com­men­ta il con­sigliere con incar­i­co per l’igiene urbana Chris­t­ian Simon­et­ti. «Sti­amo proce­den­do a dei sopral­lu­oghi – con­tin­ua – per ver­i­fi­care dove l’intervento dei volon­tari potrebbe essere utile. E ci sti­amo orga­niz­zan­do per coin­vol­gere al meglio i volon­tari civi­ci sul ter­ri­to­rio. Lona­to è un comune molto ampio, si sa, e il coin­vol­gi­men­to atti­vo dei cit­ta­di­ni è prezioso per tut­ta la comu­nità, e deve diventare una risor­sa in più, che si inte­gra con quan­to già fan­no gli oper­a­tore comu­nali. La buona notizia è che alcu­ni pen­sion­ati han­no già dato la loro disponi­bil­ità per questo servizio».

Ad antic­i­pare l’iniziativa, che parte pro­prio dai parchi pub­bli­ci, è il con­sigliere incar­i­ca­to per il deco­ro urbano, Fer­ruc­cio Scarpel­la, il quale pro­pone di uffi­cial­iz­zare la nuo­va figu­ra dell’“ausiliario del deco­ro urbano”. «Per tute­lare le aree ver­di di Lona­to, che sono tante tra parchi e gia­r­di­ni – affer­ma Scarpel­la – e fre­quen­tate da ragazzi e intere famiglie, abbi­amo bisog­no dell’aiuto dei volon­tari, così da man­tenere questi spazi accogli­en­ti e deco­rosi per tut­to l’arco dell’anno. Ausil­iari autor­iz­za­ti dal Comune, con il com­pi­to innanz­i­tut­to di impedire che van­dal­is­mo e inciviltà rovini­no questi posti e che seg­naler­an­no alla even­tu­ali com­por­ta­men­ti non rispet­tosi del pat­ri­mo­nio comu­nale. Le loro “ril­e­vazioni” sul ter­ri­to­rio potran­no essere utili per pro­gram­mare e real­iz­zare inter­ven­ti di manuten­zione, se nec­es­sari, oppure rac­cogliere pro­poste di miglio­ra­men­to per abbel­lire questi spazi, che sono luoghi di gio­co, sva­go e aggregazione per bam­bi­ni e adulti».