Una nuova rete di incontro, orientamento e supporto costituita da mamme, volontari e professionisti al servizio della famiglia nei locali di palazzo Ondei (ex pretura)

A Lonato del Garda sboccia “La Ninfea”

05/05/2016 in Attualità
Di Redazione

Sboc­cia a Lona­to del Gar­da una nin­fea, anzi “La Nin­fea”. Un fiore d’acqua con una grande capac­ità di adat­ta­men­to che, nel lin­guag­gio dei fiori sim­bo­leg­gia l’alba, ovvero un nuo­vo inizio.

L’Assessorato ai di Lona­to del Gar­da pro­pone infat­ti dal prossi­mo mese di giug­no una novità per le famiglie e la comu­nità lonatese: una rete di per­sone, volon­tari e pro­fes­sion­isti, un pun­to d’incontro e con­fron­to che, in col­lab­o­razione con il Comune, garan­tirà servizi di con­sulen­za, ori­en­ta­men­to e sup­por­to per neo­mamme e neopa­pà, ma anche per gen­i­tori di bam­bi­ni e ragazzi, pen­sion­ati, per chi cer­ca un sup­por­to pro­fes­sion­ale per il pro­prio benessere o per chi da poco si è trasfer­i­to a Lona­to e non ha rifer­i­men­ti sul ter­ri­to­rio.

Forte­mente volu­ta dal­la nuo­va giun­ta comu­nale gui­da­ta dal sin­da­co , da giug­no sarà oper­a­ti­va nel Lonatese l’associazione La Nin­fea di Bedi­z­zole, che ripren­derà quel filo di servizi ded­i­cati a tut­ta la famiglia e alla comu­nità in gen­erale. Il Comune ha mes­so a dis­po­sizione dell’ente alcu­ni locali di palaz­zo Ondei (ex pre­tu­ra), dove la rete di volon­tari ed esper­ti potrà far­si conoscere e real­iz­zare le moltepli­ci attiv­ità già ben avvi­ate e fre­quen­tate a Bedi­z­zole e conosciute in provin­cia, che daran­no vita a un nuo­vo cen­tro per la mater­nità, il bam­bi­no e il benessere di tut­ta la famiglia lonatese. Un luo­go aper­to, dove trovare accoglien­za, rispet­to, sol­i­da­ri­età e aiu­to con­cre­to per la risoluzione dei pic­coli e gran­di osta­coli del­la vita.

«Siamo ben feli­ci di avviare ques­ta nuo­va col­lab­o­razione con l’associazione La Nin­fea – affer­ma l’assessore ai Servizi sociali Michela Mag­a­g­not­ti – e di pot­er offrire ai lonate­si un servizio com­ple­to, pen­sato per tut­ta la famiglia, dal­l’af­fi­an­ca­men­to delle mamme in atte­sa agli ado­les­cen­ti, fino agli anziani. A inizio giug­no orga­nizzer­e­mo un incon­tro pub­bli­co per pre­sentare la rete di volon­tari e le numerose pro­poste che La Nin­fea intro­dur­rà a Lona­to, dai cor­si per le neo­mamme ai lab­o­ra­tori per i bam­bi­ni e i papà, e tante altre inizia­tive che riguardano la sfera del benessere».

La Nin­fea è nata uffi­cial­mente nel mag­gio 2015, per vol­ere di alcune madri e famiglie che ave­vano potu­to usufruire dei servizi offer­ti dal cen­tro ostet­ri­co La Nin­fea, a Bedi­z­zole, già dal 2013. Dopo aver parte­ci­pa­to a cor­si, incon­tri e grup­pi di con­fron­to, alcune mamme del ter­ri­to­rio bres­ciano han­no dato vita a ques­ta asso­ci­azione sen­za scopo di lucro, per pot­er sostenere i tan­ti prog­et­ti sol­i­dali nati spon­tanea­mente e dare acces­so ai servizi a paga­men­to a quante più famiglie pos­si­bili. Nin­fea diven­ta in poco tem­po pun­to di rifer­i­men­to per mamme anche fuori provin­cia che cer­cano accoglien­za, sosteg­no, con­for­to e con­fron­to nell’arduo com­pi­to di essere gen­i­tori, con­sapevoli delle scelte attuate per la pro­pria famiglia. Dai 16 soci fonda­tori iniziali, oggi si con­tano oltre 200 soci e cir­ca 3000 con­tat­ti sui social.

«Siamo un’associazione cre­a­ta da mamme e pro­fes­sion­isti – spie­ga Antonel­la Luc­ci­o­la, seg­re­taria del sodal­izio – che han­no a cuore una gen­i­to­ri­al­ità sem­pre più con­sapev­ole. In un mon­do fat­to di gran­di cit­tà e pic­cole famiglie, la Nin­fea sostiene le neo­mamme dal pre-par­to ai pri­mi giorni a casa col neona­to, pro­muove grup­pi di aiu­to, prog­et­ti sol­i­dali incon­tri e cor­si per tutte le età, aumen­tan­do la rete di aiu­to e fidu­cia e accom­pa­g­nan­do le famiglie in un per­cor­so sem­pre più impeg­na­ti­vo. Final­mente anche i cit­ta­di­ni di Lona­to del Gar­da potran­no usufruire di servizi volon­tari e pro­fes­sion­ali, che abbrac­ciano a 360 gra­di la famiglia con la pos­si­bil­ità di sen­tir­si da subito affi­an­cati e di parte­ci­pare atti­va­mente».

Tra le tante pro­poste – molte gra­tu­ite per i soci e altre a paga­men­to – ci sono i cor­si di mas­sag­gio infan­tile, per l’allattamento e l’uso dei pan­no­li­ni lavabili, la preparazione pre-par­to serale di cop­pia, musi­coter­apia, lab­o­ra­tori cre­ativi per bam­bi­ni e artis­ti­ci per i papà, sportel­lo d’ascolto gra­tu­ito e “mam­ma­bor­sa” per la sol­i­da­ri­età tra mamme. Gra­zie alla pro­pria rete, l’associazione si avvale di col­lab­o­razioni con alcune fig­ure pro­fes­sion­ali disponi­bili a fornire agli uten­ti una pri­ma con­sulen­za gra­tui­ta: avvo­ca­to, ostet­ri­ca, psi­co­motricista, edu­ca­tore, medi­a­tore, psi­colo­ga, nutrizion­ista, osteopa­ta, infer­miera, ecc.