Tra gli stand anche una casa aperta ai guardoni e abitata dagli «Amici di San Tomaso»

Lonato, la Fiera regionale 2001 farà il verso al Grande fratello

Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Ci sarà anche una par­ti­co­lare edi­zione del «Grande fratel­lo» per il 43mo com­plean­no del­la Fiera regionale di Lona­to, in cal­en­dario dal 12 al 14 gen­naio. La rasseg­na, come sem­pre, offrirà ai vis­i­ta­tori stand di agri­coltura, arti­giana­to, com­mer­cio e enogas­trono­mia. Come nel pro­gram­ma tele­vi­si­vo Medi­aset, non mancher­an­no la casa con cuci­na, cam­era, bag­no, acces­so­ri­a­to e nat­u­ral­mente cor­tile con tan­to di ani­mali nos­trani. Niente tele­camere pronte a sco­prire anche i momen­ti più inti­mi degli ospi­ti, però, ma sem­plice­mente la man­can­za del­la parete del perimetro ester­no del­la casa: ciò con­sen­tirà a tut­ti i vis­i­ta­tori del­la Fiera di vedere cosa avviene all’interno. La strut­tura sarà col­lo­ca­ta nei prossi­mi giorni in piazzetta Por­ro Savol­di, cioè qua­si alla fine del cen­trale cor­so Garibal­di per chi arri­va da Desen­zano. L’idea e la conc­re­ta real­iz­zazione del prog­et­to è degli Ami­ci di San Toma­so, per inten­der­ci quel­li delle cele­bri «Bici mat­te» che abbi­amo vis­to nei mesi scor­si sco­raz­zare in pro­gram­mi tele­vi­sivi popo­lari, come quel­lo con­dot­to da Gene Gnoc­chi e Cristi­na Par­o­di su Italia 1. «Abbi­amo deciso di chia­mar­la pri­ma edi­zione del Gran fratel­lo lonatese 1 gen­naio 1958 — spie­ga Luciano Rober­ti, trasci­na­tore del grup­po -. La data non è casuale, e cor­risponde esat­ta­mente a quel­la del­la nasci­ta del­la Fiera di Sant’Antonio Abate. La casa sarà arreda­ta con mobili rurali, comò, sedie, stu­fa degli anni Cinquan­ta, e gli ospi­ti saran­no alcu­ni di noi, ovvi­a­mente vesti­ti adeguata­mente». L’impegno che ci stan­no met­ten­do è come sem­pre notev­ole, anche se si trat­ta sem­plice­mente di una sati­ra: non vogliamo sfig­u­rare nell’appuntamento con le migli­a­ia di per­sone che si atten­dono per questo fine set­ti­mana fieris­ti­co». Alcune bor­gate, come San Cipri­ano, porter­an­no invece il loro folk­lore alla fes­ta con car­ri par­ti­co­lar­mente addob­bati. La casa del Grande fratel­lo sarà comunque scrutabile dalle 13 di saba­to 13 alle 22 di domeni­ca 14 gen­naio. Rober­to Darra