Il centro di documentazione si farà: pronto il progetto, promosso dagli Amici della fondazione Ugo da Como. Già archiviate pubblicazioni per 500 titoli: dai testi antichi a fotocopie e microfilm

Lonato, tutta la storia fra quattro pareti

14/02/2001 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Lona­to avrà un pro­prio cen­tro di doc­u­men­tazione. Il prog­et­to c’è. È sta­to pen­sato, stu­di­a­to e pro­mosso dall’associazione «Ami­ci del­la », che ha tut­ta l’intenzione di real­iz­zar­lo in tem­pi molto stret­ti. «È nos­tra con­vinzione — affer­ma Gian­car­lo Pio­nna, mem­bro atti­vo del sodal­izio cul­tur­ale — che sia giun­to il momen­to di tentare di far con­fluire in un’unica realtà quan­to fino­ra si è potu­to rac­cogliere, sal­vare e con­ser­vare, in modo d’avere un pun­to di rifer­i­men­to ben pre­ciso per chi è inter­es­sato a saperne di più del­la realtà in cui è nato o in cui sta viven­do». Si par­la di doc­u­men­ti, dunque, ma non solo. Non sem­plice car­ta scrit­ta come tan­ti fogli buro­crati­ci, ma una parte impor­tante del­la sto­ria lonatese. Il prog­et­to ha trova­to l’appoggio dei respon­s­abili del­la fon­dazione Ugo da Como gra­zie anche al sosteg­no di Luciano Faverzani. Sono sta­ti già con­ces­si in uso due locali nei pres­si del­la Casa del Podestà, da des­tinare sia a sede dell’associazione, sia ad accogliere il nuo­vo cen­tro. La strut­tura sarà acces­si­bile a tut­ti col­oro che per neces­sità di stu­dio o per sem­plice deside­rio inten­der­an­no appro­fondire la conoscen­za di Lona­to e del suo ter­ri­to­rio. Il pro­gram­ma di mas­si­ma di ciò che si vuole attuare, sen­za porre lim­i­ti ad altre inizia­tive che man mano si rite­nesse oppor­tuno real­iz­zare, è davvero notev­ole. Innanz­i­tut­to la rac­colto di tut­to quan­to è sta­to fino­ra pub­bli­ca­to e scrit­to su Lona­to, sug­li argo­men­ti più svariati. Il lavoro con­sis­terà nel reperire per quan­to pos­si­bile tut­ti i doc­u­men­ti e le pub­bli­cazioni esisten­ti, in orig­i­nale oppure, in caso di testi antichi o non più reperi­bili, in foto­copia o in micro­film. Questo lavoro per la ver­ità ha già avu­to inizio e in pochissi­mo tem­po sono già state rac­colte un centi­naio di pub­bli­cazioni con­te­nen­ti cir­ca 500 titoli. C’è poi la real­iz­zazione di un archiv­io stori­co-fotografi­co. «Siamo a conoscen­za — spie­ga Pio­nna — di quan­to mate­ri­ale di questo tipo si tro­vi nelle case delle famiglie lonate­si e cor­ra il ris­chio un domani di andare dis­per­so. Chi pro­prio non volesse ced­er­lo, potrebbe accettare di farne una ripro­duzione». È pre­vis­to anche un cen­si­men­to fotografi­co di opere d’arte, architet­toniche, mon­u­men­tali, nonché di scor­ci carat­ter­is­ti­ci di Lona­to e delle sue frazioni. Lo scopo è pro­muoverne la con­ser­vazione e con­seg­nare al futuro le immag­i­ni del paese all’inizio del ter­zo mil­len­nio. Infine lo stu­dio e il cen­si­men­to dell’ambiente del ter­ri­to­rio lonatese, del­la flo­ra, del­la fau­na, dei siti arche­o­logi­ci, e una ricer­ca sulle tradizioni. «Sarà forse un prog­et­to fin trop­po ambizioso — con­clude Pio­nna -, ma par­ti­amo dal pre­sup­pos­to che alla sua real­iz­zazione deb­bano col­lab­o­rare non solo i com­po­nen­ti del­la nos­tra asso­ci­azione, ma anche e soprat­tut­to enti, spon­sor pri­vati e tut­ti col­oro che han­no a cuore il bene del paese». Molti i modi nei quali è pos­si­bile col­lab­o­rare: met­ten­do a dis­po­sizione il mate­ri­ale di cui si è in pos­ses­so, seg­na­lan­do le per­sone o gli enti che dispon­gono di qual­cosa che pos­sa inter­es­sare al prog­et­to, col­lab­o­ran­do diret­ta­mente nelle ricerche, nei lavori di cat­a­logazione, sche­datu­ra, foto­copiatu­ra, negli inser­i­men­ti in Inter­net e in quant’altro si ren­desse nec­es­sario per ordinare in modo cor­ret­to il mate­ri­ale che man mano affluirà al cen­tro, spon­soriz­zan­do eco­nomi­ca­mente alcune speci­fiche cam­pagne di ricer­ca e favoren­do la pub­bli­cazione o l’allestimento di mostre sui risul­tati delle ricerche. Chi volesse saperne di più, può con­tattare diret­ta­mente l’associazione a Lona­to in via Roc­ca 2. oppure «clic­care» su E.mailpionna@libero.it. Rober­to Darra

Parole chiave: