Vicino all’Abbazia di Maguzzano

Lonato, una donna avvista un cinghiale: grande spavento e una caviglia

01/03/2003 in Curiosità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una 31enne di Lona­to si è pre­sen­ta­ta al Pron­to soc­cor­so dell’ospedale di Desen­zano con una dis­tor­sione alla cav­iglia e tan­to spaven­to addos­so, asseren­do di aver avu­to un incon­tro ravvi­c­i­na­to con un cinghiale men­tre passeg­gia­va con la madre. Un fac­cia a fac­cia decisa­mente incon­sue­to per­chè la zona dove sarebbe avvenu­to l’incontro non si tro­va sulle pen­di­ci di una mon­tagna imper­via, ma nei parag­gi del­l’ab­bazia medievale di Maguz­zano, sulle colline di Lona­to, a meno di un chilometro in lin­ea d’aria dal lago. La ragaz­za, sec­on­do una parziale ricostruzione, ha parcheg­gia­to l’auto di fronte alla scuo­la mater­na ed è sce­sa lun­go la strad­i­na in com­pag­nia del­la madre e del cane. Sul retro del­l’an­ti­ca abbazia all’im­provvi­so le due donne avreb­bero vis­to la sago­ma di un cinghiale. L’an­i­male avrebbe anche ten­ta­to di cari­car­le, ma il cane si è lan­ci­a­to con­tro per difend­er­le, con­sen­ten­do alle due donne di fug­gire pre­cip­i­tosa­mente ver­so la vet­tura poco dis­tante. E’ sta­to pro­prio in ques­ta conci­ta­ta fase che la 31enne si sarebbe procu­ra­ta una dis­tor­sione al piede. Comunque, è rius­ci­ta ugual­mente a salire sul­la vet­tura insieme alla madre e al cane e a tornare a casa. Solo il giorno seguente, dolorante al piede, la ragaz­za si è riv­ol­ta ai san­i­tari del Pron­to soc­cor­so dell’ospedale di Desen­zano, che l’han­no dimes­sa poco dopo. I , dal can­to loro, non han­no rice­vu­to alcu­na seg­nalazione. Res­ta il mis­tero del­la pre­sen­za di un cinghiale nel­la zona di Maguz­zano anche se, in effet­ti, alle spalle del­l’ab­bazia si estende una mac­chia boscosa di notev­ole ampiez­za che, sia pure spezzetta­ta, da un lato va a col­le­gar­si con l’en­troter­ra col­linare del «Meri­cianum» e dall’altro con la frazione lonatese dei Bar­cuzzi e il sovras­tante monte del­la Croce. La pre­sen­za di un cinghiale sel­vati­co viene però mes­sa in dis­cus­sione dai res­i­den­ti, che han­no accolto la notizia con scetti­cis­mo: potrebbe invece trat­tar­si di un cinghiale all­e­va­to e di un maiale fug­gi­to da una azien­da agri­co­la.

Parole chiave: