L’onda del Jazz italiano sul lago di Garda. 4 serate al Castello di Desenzano

Parole chiave:
Di Redazione

L’onda del jazz ital­iano tor­na a lam­bire le sponde del per la terza edi­zione del Desen­zano Jazz Fes­ti­val.

Dopo l’ottimo suc­ces­so di pub­bli­co del­la scor­sa sta­gione, l’Amministrazione comu­nale del­la cit­tad­i­na garde­sana, avval­en­dosi del­la direzione artis­ti­ca di Ful­vio Sig­urtà, ha deciso di tornare a met­ter­si in gio­co, pro­po­nen­do una quat­tro giorni di grande spes­sore artis­ti­co, in cal­en­dario dal 25 al 28 giug­no 2015.

La pri­ma ser­a­ta, giovedì 25 giug­no, vedrà in sce­na due ensem­ble. Ad aprire le danze sarà l’Otello Savoia New Quar­tet, con il con­tra­b­bassista e band leader Otel­lo Savoia che sarà accom­pa­g­na­to da Francesco Bigo­ni (sax tenore), Alfon­so San­ti­mone (pianoforte ed elet­tron­i­ca) e Fran­co Del Mon­ego (bat­te­ria e per­cus­sioni). A seguire, uno dei prog­et­ti più inter­es­san­ti del Fes­ti­val, ovvero il duo com­pos­to dal trom­bet­tista Fab­rizio Bosso e dal pianista Julian Oliv­er Maz­zariel­lo. I due pro­por­ran­no “Tan­dem”, che è poi il tito­lo dell’ottimo cd pub­bli­ca­to su etichet­ta Verve.

Ven­erdì 26 sarà in sce­na il trio del pianista Clau­dio Fil­ip­pi­ni, com­ple­ta­to da Luca Bul­gar­el­li (con­tra­b­bas­so) e Mar­cel­lo di Leonar­do (bat­te­ria). Per Fil­ip­pi­ni, uno dei pianisti più inter­es­san­ti del panora­ma ital­iano, sarà l’occasione ide­ale per pre­sentare il suo ulti­mo cd, inti­to­la­to “Squar­ing the cir­cle”, usci­to per la Cam Records.

Sarà sem­pre un pianista il pro­tag­o­nista delle terza ser­a­ta del­la rasseg­na desen­zanese. Saba­to 27 giug­no si esi­birà Enri­co Zanisi, musicista di incred­i­bile tal­en­to che ha sus­ci­ta­to critiche entu­si­as­tiche gra­zie alla sua ver­sa­til­ità ed al suo toc­co cristalli­no. Con lui una rit­mi­ca d’eccezione, for­ma­ta da Joe Rehmer al con­tra­b­bas­so e da Alessan­dro Pater­ne­si alla bat­te­ria. Ospite spe­ciale, la vocal­ist Maria Pia de Vito.

L’ultima ser­a­ta, domeni­ca 28 giug­no, sarà all’insegna del­la con­t­a­m­i­nazione tra jazz e musi­ca brasil­iana con il Trio Cor­renteza, for­ma­to da Cristi­na Ren­zetti (voce), Gabriele Mirabassi (clar­inet­to) e Rober­to Tauf­ic (chi­tar­ra). Nel reper­to­rio del trio brani cele­bri e meno noti di Tom Jobim, il padre del­la bossa nova.

Dopo la scommes­sa del­la pri­ma edi­zione e la con­fer­ma del 2014 – com­men­ta l’assessore alla Cul­tura Antonel­la Soc­ci­niDesen­zano Jazz Fes­ti­val si pre­sen­ta come una realtà con­sol­i­da­ta e di qual­ità, che fa del­la nos­tra cit­tà, ami­ca di tut­ta la buona musi­ca, una meta cul­tural­mente inter­es­sante per tut­to l’anno”.

Tut­ti i con­cer­ti si ter­ran­no al Castel­lo di Desen­zano del Gar­da e avran­no inizio alle ore 21.30. Cos­to del bigli­et­to, 10 euro. Abbona­men­to per le quat­tro ser­ate, 32 euro. In caso di piog­gia, gli spet­ta­coli si ter­ran­no nell’auditorium “Andrea Celesti” di via Car­duc­ci 6, a Desen­zano.

Parole chiave: