L’ora legale restituisce le campane

27/03/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
s.b.

Con l’ora legale è ritor­na­to anche il suono delle cam­pane, dopo un mese di silen­zio. Per tut­to questo tem­po è rimas­to fer­mo anche l’orologio del­la torre cam­pa­naria. Ad aspettare il ritorno delle cam­pane con ansia soprat­tut­to gli anziani, abit­uati sin dai pri­mi giorni di vita a con­vi­vere con i bronzi del cam­panile. Ma non era­no le cam­pane bisog­nose di manuten­zione e revi­sione, ben­sì l’apparato elet­tri­co e mec­ca­ni­co che le fa muo­vere e suonare. Oggi, appun­to, anche le cam­pane fun­zio­nano con la tec­nolo­gia e con l’elettronica. Per questo si è dovu­to met­ter mano al portafoglio del­la par­roc­chia, per far sì che anche l’apparato cam­pa­nario sia in ordine come tutte le strut­ture del­la chiesa par­roc­chiale, ormai qua­si com­ple­ta­mente restau­ra­ta. L’apparecchiatura elet­tri­ca dove­va restare in offic­i­na per pochi giorni, un paio di set­ti­mane al mas­si­mo. Così invece non è sta­to per­ché la manuten­zione ha richiesto molto più tem­po. La pol­vere soll­e­va­ta durante i lavori di restau­ro all’interno del­la chiesa ave­va provo­ca­to dan­ni con­sis­ten­ti. Ecco per­ché il paese è rimas­to orfano di orolo­gio e cam­pane per più tem­po del pre­vis­to. Da domeni­ca, comunque, si è tor­nati alla nor­mal­ità con la sod­dis­fazione del par­ro­co e dei parrocchiani.