L’Ordine di Malta di Lazise in campo per i più bisognosi

28/12/2019 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Rac­col­ta di generi ali­men­ta­ri a lun­ga con­ser­vazione domeni­ca 29 dicem­bre davan­ti alla chiesa par­roc­chiale, nel cor­so del­l’o­rario delle messe, per aiutare per­sone e famiglie in dif­fi­coltà. L’inizia­ti­va è del Cor­po Ital­iano di Soc­cor­so del­l’Or­dine di Mal­ta. L’op­er­azione è atti­va­ta in col­lab­o­razione con i del comune di Lazise.

Dal 2014 il grup­po dei volon­tari opera sul ter­ri­to­rio comu­nale di Lazise aiu­tan­do 17 nuclei famil­iari con­seg­nan­do alle stesse due pac­chi di der­rate ali­men­ta­ri ogni mese. Viene inoltre dis­tribuito un “pas­to cal­do sol­i­dale” quat­tro volte al mese a sogget­ti seg­nalati dai servizi sociali.

E’ un impeg­no impor­tante chi ci siamo assun­ti fin dal­l’agos­to 2014 di con­cer­to con l’as­sis­tente sociale Alessia Vedovel­li — con­fer­ma Sante Pasquali­ni e ad oggi sono sta­ti com­piu­ti oltre 300 inter­ven­ti a sosteg­no del benessere famil­iare di alcu­ni sogget­ti in grave dif­fi­coltà. Anche sul nos­tro ter­ri­to­rio — con­tin­ua Pasquali­ni — all’ap­paren­za opu­len­to e ric­co, si ravvisano sac­che di povertà e di neces­sità che cer­chi­amo di fron­teggia­re anche gra­zie alla gen­erosità di tan­ta gente e di anon­i­mi che ci sosten­gono e non vogliono asso­lu­ta­mente apparire. I bisog­ni però sono sem­pre mag­giori — con­clude Pasquali­ni — ed abbi­amo bisog­no anco­ra di aiu­ti e di gen­erosità con­tin­ua.”

 

Parole chiave: