Il restauro durerà pochi mesi, prevista una spesa di 18mila euro. Il meccanismo della Torre risale alla fine del Settecento

L’orologio in riparazione

20/04/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Sono iniziati i lavori per il restau­ro dell’antico orolo­gio col­lo­ca­to sul­la torre maes­tra, il più carat­ter­is­ti­co mon­u­men­to stori­co lonatese. Un inter­ven­to deciso da tem­po che rien­tra nell’ambito di un prog­et­to di recu­pero vara­to nel 2001 che coin­volge i più sig­ni­fica­tivi beni artis­ti­ci del­la cit­tad­i­na. Oper­azione avvi­a­ta con il restau­ro del­la map­pa anti­ca che occu­pa la parete di fon­do del­la sala del Celesti, è pros­e­gui­ta con il rifaci­men­to del mon­u­men­to di bron­zo innalza­to in piaz­za Mar­tiri per il ricor­do dei Cadu­ti in guer­ra. L’orologio fu instal­la­to nel­la torre nel 1793 da Domeni­co Crespi di Cre­mona: fun­zion­a­va fino ad una deci­na di anni fa a con­trappe­si in pietra che ave­vano la dimen­sione di grossi paracar­ri. L’obbiettivo ora è di ripristinare l’antico mec­ca­n­is­mo, sos­tituen­do le par­ti che con il tem­po si sono inevitabil­mente com­pro­messe com­plice l’usura. Per l’intervento sono sta­ti stanziati cir­ca 18 mila euro, e i lavori sono sta­ti affi­dati ad una dit­ta di Bres­cia. Il tut­to dovrebbe con­clud­er­si entro pochi mesi. La torre civi­ca edi­fi­ca­ta tra il 1555 ed il 1588 è uno dei pezzi for­ti che offre il cen­tro stori­co di Lona­to che ha recen­te­mente conosci­u­to anche un appro­fon­di­to maquil­lage di tut­to il quartiere Cit­tadel­la. Nuo­vo sel­ci­a­to, nuo­va illu­mi­nazione ed un dis­eg­no più con­sono dell’arredo urbano. La torre, una vol­ta ter­mi­na­va con una cupo­la a for­ma di «cipol­la», sos­ti­tui­ta nel 1880 con una breve sopraed­i­fi­cazione, orna­ta da una mer­latu­ra. Sicu­ra­mente per il futuro si potrà pen­sare a vis­ite tur­is­tiche gui­date all’interno del­la torre, da inserire in un accat­ti­vante per­cor­so stori­co-cul­tur­ale che si sno­da dalle for­naci romane fin sul castello.