L’ufficio postale di Lazise rimarrà chiuso dall’8 ottobre al 17 novembre

06/10/2015 in Attualità
Di Sergio Bazerla

Pre­oc­cu­pazioni e proteste per la chiusura del­l’uf­fi­cio postale di via Francesco Sco­lari, in cen­tro stori­co, dal giorno 8 otto­bre a tut­to il 17 novem­bre per lavori di ristrut­turazione.

Le proteste giun­gono soprat­tut­to dal mon­do degli anziani e dei pen­sion­ati che si vedono costret­ti, soprat­tut­to questi ulti­mi, a dover­si recare alla pos­ta di Bar­dolino per la riscos­sione del­la pen­sione.

L’avvi­so pos­to sul­l’en­tra­ta del­l’uf­fi­cio recita chiara­mente che tutte le oper­azioni che sono spec­i­fi­cata­mente di com­pe­ten­za del­lo sportel­lo di Lazise si pos­sono effet­tuare sola­mente a Bar­dolino. Altre oper­azioni, ovvero quelle ruti­nar­ie e di mero sportel­lo legate alla cor­rispon­den­za di pos­sono effet­tuare anche pres­so gli sportel­li di Peschiera del Gar­da, Colà e Cal­masi­no.

Un uffi­cio che riman­ga chiu­so per poco meno di due mesi por­ta aggravi e dis­a­gi — sot­to­lin­eano alcu­ni anziani res­i­den­ti — per­ché ci costringe a pren­dere l’au­to o far­ci accom­pa­gnare in altro sportel­lo . Spero siano lavori di miglio­r­ia almeno, e che il sac­ri­fi­cio sia rip­a­ga­to da migliore servizio.”

Anche noi oper­a­toti tur­is­ti­ci — spie­ga Rober­to Cam­pag­nari, alber­ga­tore — riscon­tri­amo il dis­a­gio per la chiusura del­l’uf­fi­cio. La sta­gione è ormai alle porte. Spe­ri­amo davvero che i dis­a­gi siano sop­porta­bili e che davvero l’uf­fi­cio postale pos­sa fornire un servizio effi­ciente, cosa che fino ad ora, con una sola, mas­si­mo due imp­ie­gate, non ci ha più di tan­to sod­dis­fat­to. E neanche i nos­tri cli­en­ti stranieri.”

Sul ter­ri­to­rio comu­nale di Lazise i dis­a­gi non sono sola­mente questi. E’ sta­to chiu­so defin­i­ti­va­mente di recente anche lo sportel­lo di Pacen­go con gravi dis­a­gi per la frazione. Ne ha ripor­ta­to ampio spazio anche il nos­tro gior­nale nei giorni scor­si. Impor­tante anche l’inizia­ti­va del sin­da­co e di altri col­leghi di altri comu­ni per il ripristi­no degli uffi­ci real­iz­za­to di con­cer­to con la Provin­cia.

Anche questo è un dis­a­gio per la nos­tra gente — sot­to­lin­ea il sin­da­co Luca Sebas­tiano — per­ché sono pro­prio gli anziani a risen­tirne. Qui non siamo a Pacen­go, dove c’è sta­ta la chiusura totale. E dove sti­amo ten­tan­do ogni pos­si­bile via per poter­lo ria­vere. Lazise subisce un arresto tem­po­ra­neo per lavori di ristrut­turazione e ven­gono avviati quan­do è ormai agli sgoc­ci­oli la sta­gione tur­is­ti­ca. Sono fiducioso- con­clude il sin­da­co — che poi il servizio ven­ga reso in misura com­ple­ta e sod­dis­facente per l’uten­za.”

Ser­gio Baz­er­la