Il futuro Piano di governo

Lugana, i vigneti sotto tutelagrazie a un parco

17/02/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
M.TO.

È il turno delle asso­ci­azioni cul­tur­ali e sportive. Domani sera i rap­p­re­sen­tan­ti dei sodal­izi di Sirmione si incon­tra­no con la giun­ta nell’ultima tap­pa di avvic­i­na­men­to al piano di gov­er­no del ter­ri­to­rio. Oltre al sin­da­co ed agli asses­sori, ci saran­no i con­sulen­ti tec­ni­ci che, una vol­ta rac­colti tut­ti i sug­ger­i­men­ti dei «sogget­ti por­ta­tori di inter­es­si», dovreb­bero met­ter­si al lavoro per imba­stire quel­lo che è indi­ca­to lo stru­men­to di svilup­po urban­is­ti­co, eco­nom­i­co e sociale per eccel­len­za del­la penisola.Intanto, nel prece­dente incon­tro si era­no trovati gli impren­di­tori agri­coli ai quali i tec­ni­ci e l’assessore all’Urbanistica Pier­lui­gi Bianchi han­no illus­tra­to le nuove norme che andran­no a cos­ti­tuire il piano di gov­er­no, il cosid­det­to Pgt. Dal can­to suo, il tec­ni­co comu­nale Gueri­ni ha elen­ca­to invece gli stru­men­ti nec­es­sari a cos­ti­tuire un Par­co locale di inter­esse sovrac­co­mu­nale (Plis), che nel­la vic­i­na Desen­zano ha già alcu­ni esempi.Questa indi­cazione servirà all’amministrazione ed agli stes­si con­sulen­ti per ver­i­fi­care se ci sia una cor­rispon­den­za da parte degli agri­coltori alla creazione di un Plis che com­pren­da l’intero com­par­to del­la Lugana. «La pro­duzione del Lugana — ha det­to Bianchi — ha ormai toc­ca­to liv­el­li di eccel­len­za in un mer­ca­to sem­pre più com­pet­i­ti­vo, quin­di l’obiettivo con­di­vi­so da tutte le par­ti è quel­lo di evitare qual­si­asi futu­ra ero­sione del­la super­fi­cie dove si colti­va questo vit­ig­no pregiato».Gli agri­coltori han­no, inoltre, chiesto mag­giori infor­mazioni su cosa pos­sa deter­minare il par­co locale, ovvero se pos­sa creare ele­men­to di osta­co­lo a futuri svilup­pi di attiv­ità vitivini­cole e sulle sue poten­ziali fun­zioni. L’eventuale Plis dovrà essere dis­cus­so anche con gli altri comu­ni vici­ni. Quel che è emer­so è, infine, l’esigenza di creare un tavo­lo tec­ni­co com­pos­to dagli esten­sori del piano e da tec­ni­ci di fidu­cia indi­cati dalle asso­ci­azioni di agri­coltori. All’incontro era­no pre­sen­ti anche Donatel­la Gar­laschi ed Emilio Pel­lic­ciot­ti, con­siglieri di minoranza.

Parole chiave:

Commenti

commenti