Andrea Dianetti in "Zitto sa...o non ti televoto"; regia di Andrea e Alessandra De Pascalis

Lunedì 4 agosto a Garda

30/07/2008 in Spettacoli
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Uno spet­ta­co­lo bril­lante per rid­ere dei Real­i­ty con Andrea Dianet­ti, uno dei pro­tag­o­nisti del­la V edi­zione di “Ami­ci”, inter­prete in musi­cal di suc­ces­so come “Ad un pas­so dal sog­no”, da solo in sce­na con il suo spet­ta­co­lo già applau­di­to a Roma, , Firen­ze, Ostia Lido e in procin­to di par­tire in tournée per la Basil­i­ca­ta, “Zit­to sa … o non ti televo­to”. Lunedì 4 agos­to sul lun­go­la­go Regi­na Ade­laide di Gar­da, uno show aper­to a tut­ti, offer­to dal Comune di Garda.Andrea Dianet­ti, per­son­ag­gio dis­cus­so del­la V edi­zione di Ami­ci di Maria De Fil­ip­pi, classe 1987, attore, can­tante e bal­leri­no, por­ta a teatro il suo show dal tito­lo “Zit­to sa … o non ti televo­to” in cui si prende gio­co dei real­i­ty e di tut­to il mon­do che ruo­ta intorno ad essi, dai provi­ni alle modal­ità di selezione, par­tendo pro­prio dal tal­ent show che lo ha lan­ci­a­to. “Giu­di­care attra­ver­so il televo­to è divenu­to un modo di ragionare. Tra un po’ ci fare­mo anche i Ref­er­en­dum! — Per­ché pren­dere in giro i real­i­ty? – E’ inevitabile – dice Andrea –.Dopo tan­ta ‘realtà’, il ragaz­zo prodi­gio di Maria De Fil­ip­pi, dunque, sfi­da il pal­co con un monol­o­go di cui è non solo inter­prete, ma anche autore e reg­ista. Iron­i­co e dis­sacrante, con momen­ti poet­i­ci e musi­cali accom­pa­g­nati dalle core­ografie del cor­po di bal­lo Solo Arte, Zit­to sa … o non ti televo­to è uno spet­ta­co­lo com­ple­to con cui Dianet­ti si pre­sen­ta a un pub­bli­co di tutte le età e non solo ai suoi fans.Dianetti è romano e ama il teatro da sem­pre, stu­dia recitazione dal 2003, la sua scuo­la è quel­la di Gigi Proi­et­ti ed ha già al suo atti­vo espe­rien­ze impor­tan­ti come quel­la nel musi­cal di Mau­r­izio Costan­zo con musiche di Alex Brit­ti “Lun­go­mare” in tournée in tut­ta Italia. Da otto­bre sarà nel cast del musi­cal di Mau­r­izio Costan­zo ed Enri­co Vaimer trat­to da Un pas­so dal sog­no, roman­zo scrit­to da due autori di “Ami­ci”, Chic­co Sfon­dri­ni e Luca Zan­for­lin. La sua ambizione — dice — è che il pub­bli­co lo riconosca come artista e non solo come “quel­lo di Amici”.

Parole chiave: