Lavori per 300mila euro. Si rifà anche il parco. primi interventi già entro giugno

Lungolago, in arrivo i nuovi giardini

17/05/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Ser­vono tre­cen­tomi­la euro, sec­on­do il rpeven­ti­vo dell’amministrazione, per dare cor­so alla real­iz­zazione dei nuovi parchi e dei nuovi gia­r­di­ni nel cen­tro stori­co di Lazise. Pro­prio in questi giorni gli uffi­ci comu­nali han­no invi­a­to le let­tere di incar­i­co alle imp­rese spe­cial­iz­zate, in modo da affi­dare l’incarico alle migliori, sia sot­to l’aspetto qual­i­ta­ti­vo che eco­nom­i­co-finanziario. Il pri­mo e più urgente affi­da­men­to è quel­lo rel­a­ti­vo alla sis­temazione dell’area pedonale denom­i­na­ta del­la Per­golana. Nel­la sostan­za, saran­no reimpiantati tut­ti i gia­r­di­ni e le aiuole del lun­go­la­go Cavaz­zoc­ca Maz­zan­ti, a ridos­so del campeg­gio munic­i­pale. In ques­ta area ver­ran­no rifat­ti tut­ti gli stradel­li, ver­ran­no ridis­eg­nate e reimpiantate tutte le aiuole fior­ite. Ver­rà col­lo­ca­to un nuo­vis­si­mo impianto di irrigazione auto­mati­co e sot­ter­ra­neo e sarà total­mente rifat­ta la rete di illu­mi­nazione pub­bli­ca. Nel­la zona, saran­no poi col­lo­cate delle nuove pan­chine in ghisa e leg­no e saran­no ridis­eg­nate e total­mente ricos­ti­tu­ite le zone di sos­ta per i tur­isti e i pedoni. Un sec­on­do impor­tante inter­ven­to di riordi­no del­lo spazio ded­i­ca­to a gia­rdi­no è quel­lo dell’area verde di cor­so Can­grande. Anche qui si inter­ver­rà su impianto auto­mati­co di irrigazione, zona di sos­ta, e saran­no intera­mente ricol­lo­cate le pan­chine. La fontana esistente ver­rà rimossa e ne sarà ricol­lo­ca­ta una nuo­va dota­ta di un impianto idri­co tec­no­logi­ca­mente avan­za­to. È sta­to ridis­eg­na­to anche il cam­po giochi a ridos­so delle mura scaligere. La zona inter­es­sa­ta è quel­la attigua al parcheg­gio Mar­ra, un tem­po iden­ti­fi­ca­to come «i prati di San Daniele». «È sta­to real­iz­za­to uno stu­dio accu­ra­to dell’intero cen­tro stori­co», affer­ma l’assessore al pat­ri­mo­nio Fabio Mari­noni, «in stret­ta col­lab­o­razione con l’ufficio tec­ni­co comu­nale, pro­prio per avere una visione d’insieme dell’area inter­es­sa­ta. I tem­pi pre­ven­ti­vati era­no più stret­ti, ma un’ atten­zione par­ti­co­lare è sta­ta ded­i­ca­ta al rispet­to delle mura scaligere, dila­tan­do quin­di la real­iz­zazione del prog­et­to e dell’incarico alle imp­rese». «Preve­di­amo comunque che per il lun­go­la­go Cavaz­zoc­ca Maz­zan­ti», con­tin­ua Mari­noni, «i lavori si pos­sano con­clud­ere con la fine del mese di giug­no. Con l’inizio dell’estate sare­mo pron­ti anche con il resto». «A questo prog­et­to di arredo urbano abbi­amo ded­i­ca­to mol­ta atten­zione pro­prio per­ché sono di fat­to il bigli­et­to da visi­ta per Lazise», sot­to­lin­ea il sin­da­co, Ren­zo Frances­chi­ni, «e non abbi­amo volu­to com­piere pas­si fal­si. I lavori han­no subito un leg­gero ritar­do nel­la prog­et­tazione ma riten­go che a lavori ulti­mati, gli stes­si pos­sano essere di gradi­men­to sia dei cit­ta­di­ni di Lazise che dei tur­isti che affol­lano la nos­tra cit­tad­i­na. Pro­prio per non fare pas­si fal­si, abbi­amo volu­to che il prog­et­to fos­se esam­i­na­to anche dal­la com­mis­sione edilizia comu­nale, dan­do quin­di l’opportunità ad ogni com­po­nente del­la stes­sa di esprimere pareri sulle linee pro­gram­matiche prog­et­tate dai tecnici».