Al Vittoriale degli Italiani dal 29 agosto al 6 settembre 2008 la seconda edizione di "Notturni Dannunziani"

L’uomo: tra Eros e Natura al Vittoriale degli Italiani

Di Luca Delpozzo

Dopo il grande suc­ces­so di pub­bli­co e crit­i­ca dell’anno scor­so, tor­na dal 29 agos­to al 6 set­tem­bre la sec­on­da edi­zione di NOTTURNI DANNUNZIANI, l’iniziativa orga­niz­za­ta da Arte­con­tat­to che pro­pone in modo nuo­vo e sug­ges­ti­vo di sco­prire un luo­go magi­co come il a Gar­done Riv­iera (Brescia).Grazie a un per­cor­so espos­i­ti­vo che abbrac­cia i pun­ti più emozio­nan­ti del par­co, con opere di impor­tan­ti artisti nazion­ali e inter­nazion­ali, il pub­bli­co potrà per nove ser­ate (dalle 21.00 alle 24.00) immerg­er­si in un itin­er­ario di cul­tura, luci, immag­i­ni, visioni, musica.La man­i­fes­tazione di quest’anno, cura­ta da Mar­cel­lo Ric­cioni, assume un sig­ni­fi­ca­to par­ti­co­lare per­ché coin­cide con le cel­e­brazioni del 70mo del­la morte di .Il tema scel­to è L’uomo: tra Eros e Natu­ra e su questo argo­men­to gli artisti han­no doc­u­men­ta­to, ognuno sec­on­do la pro­pria sen­si­bil­ità, il duplice rap­por­to tra Uomo ed Eros e Eros e Natura.Il vis­i­ta­tore sarà affas­ci­na­to dalle sor­pren­den­ti forme dell’arte con­tem­po­ranea vis­sute nei loro diver­si lin­guag­gi e infi­nite con­t­a­m­i­nazioni: per­for­mance teatrali, dan­za, , musi­ca, instal­lazioni mul­ti­me­di­ali, video­proiezioni, inter­ven­ti di luce. Il com­pos­i­tore pluripremi­a­to Mau­ro Mon­tal­bet­ti creerà apposi­ta­mente per l’evento un bra­no per arpa e violoncello.L’evento ha rice­vu­to il patrocinio del Min­is­tero degli Esteri, del­la , del­la Provin­cia di Bres­cia, del Comune di Gar­done Riv­iera, del Comune di Salò, del­la Comu­nità Mon­tana Alto Gar­da e del­la Fon­dazione Vit­to­ri­ale degli Ital­iani; inoltre la man­i­fes­tazione avrà anche uno scopo benefi­co in quan­to parte del rica­va­to sarà devo­lu­ta alla ONLUS AIL (Asso­ci­azione Ital­iana con­tro leucemie-lin­fo­mi e mielo­ma) sezione di Brescia.Il percorso:Strutturato in due sezioni, si svilup­perà dai luoghi più conosciu­ti del par­co sino a quel­li meno vis­i­tati dal pub­bli­co: sul ponte del­la Nave Puglia sarà pos­si­bile ammi­rare scul­ture lignee di Giuseppe Riva­dos­si; Mirko Bedus­si trasformerà il M.A.S. luo­go e museo di guer­ra in mon­do sog­na­to e strasfig­u­ra­to; al Mau­soleo, Ser­gio Bat­taro­la con scul­ture ded­i­cate alla visione ances­trale (erot­i­ca) del mon­do men­tre un con­cer­to di arpe ese­gui­to da Francesca Tirale e Eva Per­fet­ti  sul­la som­mità del­la strut­tura accom­pa­g­n­erà il vis­i­ta­tore alla visione pan­i­ca (Panis­mo come rap­por­to tra uomo e natu­ra); al Teatro ed al Por­ti­co del Par­ente instal­lazioni lumi­nose di Ste­fano Maz­zan­ti. Nei Gia­r­di­ni Pri­vati per­for­mance visi­vo teatrale di Equi­lib­ri Avan­za­ti, Officine Orfeo e Bal­let­to Civile di Michela Lucen­ti e con­cer­to del vio­lon­cel­lista Rober­to Ranieri con l’arpista Francesca Tirale; video­proiezioni ed instal­lazioni di Andrea Moruc­chio  e del­lo scrit­tore ed artista Ful­vio Tra­mon­tano. Nel­la Piazzetta dell’Esedra con­cer­to del Duo Rinal­di Chi­av­ina­to e danze di Fran­ca Fer­rari con abiti dal­la collezione ispi­ra­ta alle gior­nate al Vit­to­ri­ale del­lo stilista Alber­to Zambelli.Nel sot­toteatro, luo­go più tradizional­mente espos­i­ti­vo avver­rà il con­fron­to tra uomo (cor­po) e natu­ra (col­ore). Ci saran­no due sezioni: la pri­ma com­pos­ta da 13 artisti stori­ci e una sec­on­da da 17 di contemporanei.