Palazzo Bettoni apre e offre al pubblico il Giardino di delizia

Magie della botanica

24/04/2001 in Avvenimenti
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Sergio Botta

«Il Gia­rdi­no di delizia». Non si pote­va scegliere un nome più appro­pri­a­to per la man­i­fes­tazione che da saba­to al Pri­mo Mag­gio ter­rà ban­co nel par­co del­lo splen­di­do Palaz­zo Bet­toni-Caz­za­go, a Bogli­a­co. Lo sce­nario del lago, la bel­lis­si­ma vil­la e il gia­rdi­no, ispi­ra­to ai canoni set­te­cen­teschi, faran­no da con­teni­tore a una rasseg­na nel­la quale piante e fiori saran­no i veri pro­tag­o­nisti. Sull’esempio di analoghe inizia­tive (allestite per esem­pio nel Palaz­zo Ducale di Col­orno, nel Castel­lo di Masi­no e nel­la Vil­la Corsi­ni di San Cas­ciano), i con­ti Bet­toni-Caz­za­go han­no deciso di aprire il loro «Gia­rdi­no di delizia», all’interno del quale i vis­i­ta­tori potran­no trovare centi­na­ia di preziosità rap­p­re­sen­tate da agru­mi, ulivi, rose, gel­so­mi­ni, clema­ti­di, peonie e iris; sen­za dimen­ti­care orten­sie, piante acquatiche e aro­matiche. A Bogli­a­co arriver­an­no numerosi e pres­ti­giosi pro­dut­tori ital­iani, a dimostrazione del­la qual­ità del­la man­i­fes­tazione che intende in qualche modo far riv­i­vere una tradizione botan­i­ca — quel­la del Set­te­cen­to — che ha avu­to nell’impianto baroc­co del palaz­zo una delle mas­sime espres­sioni. La mostra-mer­ca­to ded­i­ca­ta ai frut­ti e ai fiori è orga­niz­za­ta dal­lo stu­dio Tortel­li Fras­soni, con la col­lab­o­razione del­la Provin­cia di Bres­cia, del Comune di Gargnano, del­la Comu­nità mon­tana , dell’Azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca, del Gar­den club e del . Quest’ultima asso­ci­azione cur­erà le del gia­rdi­no, che si svol­ger­an­no ogni ora, descriven­do la sto­ria e le carat­ter­is­tiche del palaz­zo nobil­iare, men­tre la Comu­nità Mon­tana le orga­nizzerà nel­la limon­a­ia del «Prà de la fam», recen­te­mente rimes­sa a nuo­vo. Alla pre­sen­tazione del­la rasseg­na, a di Bres­cia, Alber­to Cav­al­li, pres­i­dente del­la Provin­cia, ha sostenu­to che «ques­ta inizia­ti­va arric­chisce l’immagine del Gar­da e val­oriz­za un gia­rdi­no e un’abitazione tra le più belle del­la Lom­bar­dia». Cav­al­li ha poi osser­va­to che gli enti locali han­no rispos­to sen­za prob­le­mi all’invito pro­pos­to, e sot­to­lin­eato la pre­sen­za a liv­el­lo nazionale del Fon­do ambi­ente italia a Bogli­a­co. , asses­sore provin­ciale al Tur­is­mo, ha invece ricorda­to che la man­i­fes­tazione sarà annun­ci­a­ta anche attra­ver­so la mes­sag­gis­ti­ca sms dei tele­foni cel­lu­lari: «Ciò servirà a una mag­giore conoscen­za del e del­la sua veg­e­tazione stra­or­di­nar­ia». Bruno Faus­ti­ni, pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana Par­co, si è sof­fer­ma­to sull’impegno del suo ente, che intende lavo­rare su una prospet­ti­va più arti­co­la­ta: il risul­ta­to finale dovrebbe essere un libro delle architet­ture veg­e­tali garde­sane, «espres­sione dell’uomo e del­la sua capac­ità di costru­ire scenografie arboree di grande fas­ci­no». Faus­ti­ni ha pure annun­ci­a­to l’intenzione di pro­muo­vere un prog­et­to per la val­oriz­zazione delle limon­aie, e un altro piano ded­i­ca­to invece alla bio­di­ver­sità. «Il Gia­rdi­no di delizia» sarà vis­itabile saba­to dalle 14 alle 18, domeni­ca 29 dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18, lunedì 30 e mart­edì pri­mo mag­gio dalle 10 alle 17. A tut­ti gli ader­en­ti al Fai e al Gar­den club sarà regala­to un pic­co­lo vaso di fiori di mughetto.

Parole chiave: - -