Con l’Arpa Analisi dell’aria dopo l’incendio

Mal di testa e bruciore alla gola

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
d.alb.

Mal di tes­ta e bru­ciore alla gola. Questi i sin­to­mi accusati dai cit­ta­di­ni cas­tiglione­si, dovu­ti alla notev­ole quan­tità di fumi che l’in­cen­dio del­la Cas­tiglione rifiu­ti srl dell’altro giorno ha spar­so nell’aria. L’Arpa (Agen­zia regionale per la pro­tezione del­l’am­bi­ente) ha effet­tua­to varie mis­urazioni per ver­i­fi­care l’even­tuale pre­sen­za di emis­sioni nocive e la pos­si­bile con­t­a­m­i­nazione delle acque. I risul­tati delle anal­isi saran­no resi pub­bli­ci nei prossi­mi giorni, men­tre i di Cas­tiglione atten­dono la con­clu­sione dei lavori di bonifi­ca por­tati avan­ti dai vig­ili del fuo­co per pot­er sta­bilire con certez­za defin­i­ti­va le cause del rogo. In mer­i­to al peri­co­lo di inquina­men­to, il por­tav­oce del Comi­ta­to per la sal­va­guardia del ter­ri­to­rio Fran­co Tiana ha affer­ma­to che «il grave incen­dio svilup­patosi alla Cas­tiglione Rifiu­ti ha dimostra­to quan­to sia peri­coloso per la salute dei cit­ta­di­ni che un’azien­da così sia vic­i­na ai cen­tri abitati».

Parole chiave: