Approvata dalla Giunta la delibera che dà il via libera alla cessione all'Inail dell'ospedale

Malcesine, c’è l’ok della regione Veneto

12/12/2003 in Attualità
A Affi
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La Giun­ta regionale del Vene­to ha dato il via lib­era all’­op­er­azione di ces­sione all’I­nail del­l’Ospedale di Mal­ce­sine. Lo ha fat­to con una delib­era approva­ta su pro­pos­ta del­l’asses­sore alla san­ità Fabio Gava. Sod­dis­fat­to il pres­i­dente del­l’as­so­ci­azione Inter­re­gionale Dis­abili Motori, Rober­to Bassi, che all’inizio di dicem­bre ave­va inizia­to uno sciopero del­la fame per impedire la paven­ta­ta chiusura del­la strut­tura melsinea, uni­co cen­tro ital­iano dove i pazi­en­ti ex polio pos­sono rice­vere cure adeguate. «Lo scopo prin­ci­pale del­la nos­tra battaglia — spie­ga Bassi — è sta­to rag­giun­to, ma cercher­e­mo di impedire che il repar­to di Orto­pe­dia sparisca del tut­to». Scar­ta­ta qua­si defin­i­ti­va­mente l’ipote­si che questo ven­ga trasfer­i­to nel Monobloc­co di Arco, Bassi e quan­ti si sono impeg­nati per far soprav­vi­vere lo stori­co repar­to, si impeg­n­er­an­no affinché i pochissi­mi posti let­ti pre­visti ora vengano aumen­tati, con­tan­do anche sul­l’ap­pog­gio del­la Provin­cia di Tren­to. «Orto­pe­dia di Mal­ce­sine — spie­ga Bassi — è da sem­pre pun­to di rifer­i­men­to anche per i pazi­en­ti del bas­so Sar­ca. Cercher­e­mo di fare in modo che lo riman­ga ancora».

Parole chiave: