A Malcesine torna l’appuntamento con “Ciottolando con gusto”

17/09/2014 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Saba­to 27 e domeni­ca 28 set­tem­bre a Mal­ce­sine va in sce­na Ciot­tolan­do con Gus­to, la “cac­cia al tesoro” gourmet lun­go le vie ciot­to­late del bor­go medio­e­vale che si affac­cia Sul lago di Gar­da su cui si spec­chia il castel­lo Scaligero. L’evento è ded­i­ca­to alla scop­er­ta dei sapori del Lago di Gar­da dal pesce all’Olio Extravergine d’Oliva del Gar­da DOP fino ai  prodot­ti del Monte .  Map­pa del­la cit­tad­i­na alla mano, gli appas­sion­ati del­la buona tavola avran­no la pos­si­bil­ità di scegliere tra le diverse pro­poste stu­di­ate da bar, enoteche, ris­toran­ti e pizzerie che aderiscono all’iniziativa. Cias­cuno, gra­zie al coupon con­seg­na­to alla parten­za potrà crear­si il suo per­son­ale menu, optan­do ad esem­pio per il pri­mo piat­to pro­pos­to in un locale e per un sec­on­do elab­o­ra­to da un ris­tora­tore che si tro­va in un altro ango­lo del­la cit­tad­i­na e così via fino al dessert e poi al caf­fè.  Nel Gia­rdi­no del Gus­to, in via Navene, si potran­no degustare e acquistare i del monte Bal­do, dal for­mag­gio al miele, sen­za dimen­ti­care olio e altre spe­cial­ità.  Per gli ospi­ti del­la man­i­fes­tazione sono pre­visti scon­ti per la funi­via; parcheg­gio e acces­so al castel­lo sono gra­tu­iti. Le pre­ven­dite sono disponi­bili a par­tire dal mese di agos­to nei locali che aderiscono all’iniziativa. Per chi acquista i bigli­et­ti entro agos­to è pre­vis­to uno scon­to.

Per info  e preno­tazioni con­tattare il numero 333 5462753.

COSA VEDERE A MALCESINE

Mal­ce­sine, meta rac­con­ta­ta da Johann Wolf­gang Goethe e dip­in­ta da Gus­tav Klimt, mas­si­mo espo­nente del seces­sion­is­mo aus­tri­a­co, nell’estate del 1913, è una delle più belle local­ità del­la riv­iera garde­sana.  Oltre che essere dom­i­na­ta dal­lo splen­di­do castel­lo Scaligero, che si spec­chia sul lago, la cit­tad­i­na offre agli spet­ta­tori scor­ci panoram­i­ci da non perdere.  A Mal­ce­sine anche una sem­plice passeg­gia­ta in mon­tagna acquista un sapore par­ti­co­lare: gra­zie alla “Funi­via delle nuv­ole”, le cui cab­ine sono rotan­ti, in dieci minu­ti dal cen­tro di Mal­ce­sine si rag­giunge la vet­ta del Monte Bal­do (1800 – 2218 m slm). Una splen­di­da ter­raz­za nat­u­rale affac­cia­ta sul Lago di Gar­da, conosci­u­ta come  gia­rdi­no d’Eu­ropa per via del grande pat­ri­mo­nio floris­ti­co, che pro­pone lo spet­ta­co­lo di una cit­tad­i­na ric­ca di scor­ci panoram­i­ci da non perdere . Da vis­itare, sem­pre a Mal­ce­sine, anche il Castel­lo Scaligero che fu edi­fi­ca­to alla metà del 1° Mil­len­nio. Nel 1786 vi sog­giornò Goethe, per questo all’interno si trovano  alcu­ni dis­eg­ni che real­iz­zò durante il suo Viag­gio in Italia. Oggi il Castel­lo è una delle loca­tion più get­to­nate al mon­do per la cel­e­brazione di mat­ri­moni.  Cas­sone è una sug­ges­ti­va frazione di Mal­ce­sine, un cinque­cen­tesco cen­tro stori­co intat­to e uno dei por­ti antichi più roman­ti­ci del lago.  Vi ormeg­giano antiche barche e vi ha sede il Museo del Lago e del­la Pesca che riper­corre la sto­ria di questo mestiere.

LE COSE DA NON PERDERE SUL LAGO DI GARDA . A Mal­ce­sine anche una sem­plice passeg­gia­ta in mon­tagna acquista un sapore par­ti­co­lare: gra­zie alla “Funi­via delle nuv­ole”, le cui cab­ine sono rotan­ti, in dieci minu­ti dal cen­tro di Mal­ce­sine si rag­giunge la vet­ta del Monte Bal­do (1800 – 2218 m slm). Una splen­di­da ter­raz­za nat­u­rale affac­cia­ta sul Lago di Gar­da, conosci­u­ta come  gia­rdi­no d’Eu­ropa per via del grande pat­ri­mo­nio floris­ti­co, che pro­pone lo spet­ta­co­lo di una cit­tad­i­na ric­ca di scor­ci panoram­i­ci da non perdere . Da vis­itare, sem­pre a Mal­ce­sine, anche il Castel­lo Scaligero che fu edi­fi­ca­to alla metà del 1° Mil­len­nio. Nel 1786 vi sog­giornò Goethe, per questo all’interno si trovano  alcu­ni dis­eg­ni che real­iz­zò durante il suo Viag­gio in Italia. Oggi il Castel­lo è una delle loca­tion più get­to­nate al mon­do per la cel­e­brazione di mat­ri­moni.

Cas­sone è una sug­ges­ti­va frazione di Mal­ce­sine, un cinque­cen­tesco cen­tro stori­co intat­to e uno dei por­ti antichi più roman­ti­ci del lago.  Vi ormeg­giano antiche barche e vi ha sede il Museo del Lago e del­la Pesca che riper­corre la sto­ria di questo mestiere.

Bar­dolino meri­ta di essere vis­i­ta­ta per le bellezze nat­u­rali del lago, per la bel­lis­si­ma cam­pagna e le colline ret­rostan­ti, per il fas­ci­no del suo cen­tro stori­co e per la sua passeg­gia­ta sul lago.

Cavaion Veronese si tro­va nel­l’en­troter­ra garde­sano ori­en­tale. La local­ità offre al tur­ista un panora­ma col­linare ric­co di vigneti e di oliveti ma altret­tante attrat­tive artis­tiche e tes­ti­mo­ni­anze arche­o­logiche, dalle ville e cor­ti ai mon­u­men­ti architet­toni­ci, alcune attrez­za­ture sportive e ricre­ative con un par­co acquati­co; un tur­is­mo cul­tur­ale, rurale ed enogas­tro­nom­i­co.

Nonos­tante la sua mod­es­ta esten­sione, anche Gar­da è un comune ric­co di attrat­tive ambi­en­tali, storiche e tur­is­tiche. Nel­la parte merid­ionale troneg­gia la sua Roc­ca, a nord il monte Lup­pia, e dal lun­go­la­go ver­so la spi­ag­gia, si rag­giunge pun­ta San Vig­ilio, una delle mer­av­iglie del­la zona.  La sua splen­di­da vil­la sorge in mez­zo ad un gia­rdi­no ric­co di piante orna­men­tali, di stat­ue mar­moree e di lapi­di di gus­to rinasci­men­tale, la chieset­ta ded­i­ca­ta a San Vig­ilio, la sua stor­i­ca locan­da, il por­tic­ci­o­lo, e la Baia delle Sirene, di sin­go­lare bellez­za.

Peschiera sorge in uno dei luoghi più panoram­i­ci del lago. Ques­ta local­ità offre strut­ture alberghiere rino­mate, con attrazioni tur­is­tiche e sportive, con numerosi , con un pat­ri­mo­nio architet­ton­i­co impor­tante e una gas­trono­mia ric­ca di piat­ti carat­ter­is­ti­ci.  Per gli aman­ti del­lo sport non man­cano poi gli itin­er­ari alla scop­er­ta del­l’en­troter­ra ric­co di vigneti o la natu­ra rigogliosa del­la valle del Min­cio.