I genitori protestano ancora

Manca la guardia pediatrica

05/12/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Mal­gra­do le proteste, le migli­a­ia di firme rac­colte, le richi­este reit­er­ate, ad Arco, Riva e din­torni non esiste il servizio di guardia pedi­atri­ca. Ma i gen­i­tori altog­a­rde­sani non demor­dono e con­tin­u­ano a riv­ol­ger­si al gior­nale per ren­dere pub­bli­ca la loro per­sis­tente insod­dis­fazione. Che abbiano ragione o tor­to, cer­to non sta a noi sta­bilir­lo. Sem­mai è l’Azien­da provin­ciale per i servizi san­i­tari che gli deve rispon­dere, negan­do o accon­tentan­do le loro aspet­ta­tive. Una vol­ta per tutte.La situ­azione, oggi, è esat­ta­mente quel­la di due anni fa. Allo­ra la sig­no­ra Coset­ta Gubert, una gio­vane mam­ma che ave­va sper­i­men­ta­to per­sonal­mente i dis­a­gi causati dal­la man­can­za di un pedi­atra in servizio nei fine set­ti­mana, si era data da fare per sen­si­bi­liz­zare l’opin­ione pub­bli­ca e con­vin­cere l’Azien­da sul­la neces­sità di isti­tuire il servizio. Nelle scuole in cui glielo per­mis­ero, dif­fuse i suoi appel­li, quin­di insieme ad altri gen­i­tori del­la sua stes­sa opin­ione — ed era­no tan­ti — iniz­iò a rac­cogliere firme da porre in calce ad una petizione. Rag­giunse una bel­la quo­ta (cir­ca 2500), tan­to che la sua inizia­ti­va sus­citò l’at­ten­zione dei con­siglieri provin­ciali del­la Lega Nord, i quali pre­sen­tarono sul­l’ar­go­men­to un’in­ter­rogazione. Tan­to clam­ore, però, non ebbe riscon­tro alcuno. L’Azien­da san­i­taria, in quan­to tale, deve far quadrare i con­ti e si sa che negli ulti­mi anni più che aggiun­gere si è tolto. Lo san­no bene anche i diri­gen­ti dei dis­tret­ti, tenu­ti a rispettare e far rispettare una sev­era polit­i­ca di risparmio e buona ges­tione. Il che, in prat­i­ca, per i gen­i­tori altog­a­rde­sani e i loro pic­ci­ni sig­nifi­ca recar­si a Rovere­to e riv­ol­ger­si al repar­to di pedi­a­tria del­l’ospedale civile. Il medico spe­cial­ista, ha rib­a­di­to ieri il diret­tore gen­erale del dis­tret­to Alto Gar­da e Ledro dot­tor Elio Otta­viano, a Rovere­to c’è 24 ore su 24, tut­ti i giorni del­l’an­no. Se davvero la visi­ta pedi­atri­ca è urgente, i ven­ti chilometri che sep­a­ra­no Riva o Arco dal­l’ospedale S.Maria del Carmine non sono tan­ti nè troppi.