Un interessante itinerario enogastronomico attraverso nove ristoranti

Manerba d’autunno fa rima con gusto

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
c.a.

«Un itin­er­ario del gus­to per sco­prire anche d’autunno la vivac­ità di Maner­ba e del­la sua ris­torazione». Questo, nelle parole del sin­da­co , l’identikit di «Maner­ba a Tavola», nuo­va inizia­ti­va enogas­tro­nom­i­ca lan­ci­a­ta dall’assessorato al Tur­is­mo e dal­la Pro loco con l’obiettivo di con­tribuire a creare anche in bas­sa sta­gione nuove occa­sioni di «fruizione» e visi­ta del paese. La man­i­fes­tazione è sta­ta pre­sen­ta­ta giovedì nel­la cor­nice del ris­torante «Il Fun­go», uno dei nove eser­cizi che, fino al 16 novem­bre, offriran­no par­ti­co­lari menù degus­tazione a prez­zo fis­so e agevola­to in tutte le gior­nate tranne che al ven­erdì e al saba­to. La lista dei parte­ci­pan­ti com­prende anche Oste­ria dei Poeti, ris­torante da Vit­to­rio, Hos­te­ria del Lago, Incan­tev­ole Gol­fo, Fior di Roc­cia, Hos­te­ria Ali­bi, Gar­den e La Car­era: sono molti i nomi aper­ti di recente, a tes­ti­mo­ni­are, come ha det­to il sin­da­co, «la cresci­ta di cui il paese è sta­to pro­tag­o­nista negli ulti­mi anni. Insieme alle case sono arrivati anche gli eser­cizi eco­nomi­ci, seg­no che il cam­bi­a­men­to non ci ha trasfor­mati nel clas­si­co comune dor­mi­to­rio ma in una comu­nità sem­pre più atti­va e vivace». «Maner­ba a tavola» è una rasseg­na un po’ in con­tro­ten­den­za. «Non abbi­amo volu­to puntare sul­la pro­mozione obbli­ga­ta del prodot­to tipi­co come si fa un po’ ovunque, ma sul­la lib­era inter­pre­tazione del­la tipic­ità da parte di ogni ris­tora­tore. Ci saran­no i sapori del nos­tro , del nos­tro olio, dei nos­tri prodot­ti, ma col­lo­cati nei con­testi più liberi e diversi».

Parole chiave: