Manerba del Garda estingue anticipatamente i suoi mutui per 500 mila Euro

10/12/2013 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Nell’ultimo Con­siglio Comu­nale del 28 novem­bre 2013, l’Amministrazione di Maner­ba gui­da­ta dal Sin­da­co Pao­lo Simoni ha deciso, caso forse uni­co nel­la sto­ria manerbese, di estinguere antic­i­pata­mente ben cinque vec­chi mutui, con­trat­ti dalle prece­den­ti ammin­is­trazioni. Con ques­ta oper­azione sono così sta­ti chiusi defin­i­ti­va­mente alcu­ni dei deb­iti pen­den­ti sul Comune di Maner­ba del Gar­da, per una cifra totale di € 500.956,58.

L’amministrazione quin­di, oltre ad avere avu­to l’accortezza di non stip­u­lare nuovi mutui, ha volu­to dare un seg­no forte in questi tem­pi di crisi, dimin­u­en­do i deb­iti a cari­co del Comune e las­cian­do una situ­azione più “leg­gera” a chi ver­rà dopo.

L’operazione infat­ti andrà ad incidere in maniera benefi­ca sul­la spe­sa cor­rente (spese di ges­tione ordi­nar­ia) per cir­ca 68.000 euro all’an­no e questo per­me­t­terà di avere più di respiro nel­la ges­tione del bilan­cio, con­sen­ten­do alle ammin­is­trazioni future di far fronte ad even­tu­ali emer­gen­ze.

Poiché per molti la cam­pagna elet­torale è già inizia­ta” spie­ga Simoni “tale notev­ole impor­to pote­va con­sen­tir­ci, in vista delle prossime elezioni, di gettare fumo negli occhi dell’elettorato, provve­den­do per esem­pio ad asfaltare tutte le strade di Maner­ba. Ma questo non è il mio modo d’intendere la polit­i­ca, in quan­to riten­go che un Sin­da­co deb­ba essere un sem­plice ammin­is­tra­tore pro-tem­pore del­la Comu­nità, e con­tin­uerò a svol­gere tale ruo­lo fino all’ultimo giorno del mio manda­to con la dili­gen­za del buon padre di famiglia”

Cer­ta­mente i Cit­ta­di­ni di Maner­ba, per­lomeno quel­li che han­no a cuore il futuro dei loro figli, sapran­no accettare qualche pic­co­la buca in più a fronte di una minore pres­sione fis­cale e sen­za dub­bio sapran­no accettare ques­ta scelta, appar­ente­mente con­tro­cor­rente.