Il torneo internazionale inizierà il 9 febbraio: in lizza anche Brescia, Chievo e Sturm Graz

Manerba e Polpenazze, giovani calciatori in campo

03/02/2004 in Sport
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Gli asses­so­rati allo Sport dei comu­ni di Maner­ba e Polpe­nazze, in col­lab­o­razione con i grup­pi sportivi, daran­no vita al Tro­feo Valte­n­e­si Riv­iera dei Castel­li «Pri­ma Cop­pa Arcobaleno sul Gar­da», tor­neo inter­nazionale di cal­cio under 19 ris­er­va­to alla cat­e­go­ria Pri­mav­era. Gli incon­tri si dis­putano da lunedì 9 feb­braio a saba­to 14 sui ret­tan­goli di gio­co del cen­tro sporti­vo di Polpe­nazze e del cen­tro sporti­vo Noveg­lie di Maner­ba, total­mente rin­no­va­to con la mes­sa in posa di una spe­ciale erba sin­tet­i­ca. Parte­ci­pano alla man­i­fes­tazione otto squadre: nel girone A Celtic (Sco­zia), Chie­vo, Como, Eto Gjor (Unghe­ria), nel girone B: Bres­cia, Croazia Rije­ka, Sam­p­do­ria, Sturm Graz (Aus­tria). Il cal­en­dario delle gare prevede le seguen­ti par­tite: lunedì 9 feb­braio a Maner­ba, alle ore 13.45 Chie­vo — Eto; alle 15.15 Rij­ka — Sturm Graz; a Polpe­nazze alle ore 15 Celtic — Como; alle 16.45: Bres­cia — Sam­p­do­ria. Mart­edì 10 a Maner­ba, ore 13.45 Eto — Como; alle 15.15 Sam­p­do­ria — Rije­ka; a Polpe­nazze ore 15: Chie­vo — Celtic e alle ore 16.45 Sturm Graz — Bres­cia. Mer­coledì 11 feb­braio, a Maner­ba, alle 13.45 Bres­cia — Rije­ka; ore 15.15 Celtic — Eto; a Polpe­nazze, alle ore 15 Chie­vo — Como; ore 16.45 Sturm Graz — Sam­p­do­ria. Ven­erdì 13, semi­fi­nali alle ore 14 a Maner­ba e alle 16 a Polpe­nazze. Saba­to 14 feb­braio la finale a Maner­ba: alle ore 13 per il ter­zo e quar­to pos­to, alle 15 per il pri­mo e sec­on­do pos­to. La pre­sen­tazione del­la man­i­fes­tazione sporti­va si è svol­ta all’hotel Bel­lerive di Maner­ba, alla pre­sen­za delle mas­sime autorità: il sin­da­co e la vice Mariel­la Speziali, l’assessore provin­ciale allo Sport Alessan­dro Sala, all’assessore comu­nale allo Sport Vit­to­rio Turi­na, Markus Schopp, gio­ca­tore del Bres­cia ed ex del­lo Sturm Graz, pre­sente al tor­neo. Berti­ni, dopo i salu­ti, ha ricorda­to che la man­i­fes­tazione servirà a sostenere l’opera di pron­to inter­ven­to, educa­ti­vo e di accoglien­za, a favore dei minori sof­fer­en­ti di dis­a­gi famil­iari svol­ta dal­la comu­nità «Fra­ter­nità gio­vani», che ha sede nel­la casa Arcobaleno di Ospi­talet­to. Gio­van­ni Pasoli­ni, pres­i­dente del­la «Fra­ter­nità gio­vani», ha sot­to­lin­eato che la comu­nità opera all’interno di un grup­po di oltre 13 coop­er­a­tive sociali. La casa Arcobaleno — ha spie­ga­to l’operatore Ivo Saiani — è com­pos­ta da due servizi res­i­den­ziali e ospi­ta minori che han­no subito mal­trat­ta­men­ti, abusi o sono vit­time di abban­dono. La Valte­n­e­si negli anni si è attrez­za­ta con campi di cal­cio, asso­ci­azioni, club, scuole pri­mi cal­ci e van­ta ora una fuci­na di promesse riconosci­u­ta. Una bel­la realtà che gli appas­sion­ati conoscono, da pren­dere a mod­el­lo, sono le mod­erne e fun­zion­ali strut­ture di Polpe­nazze, che ospi­ta il famoso tor­neo not­turno, appun­ta­men­to impor­tante e vet­ri­na pres­ti­giosa del cal­cio bres­ciano. L’entusiasmo, la pro­fes­sion­al­ità, la com­pe­ten­za, la pas­sione han­no cre­ato il gius­to spir­i­to di col­lab­o­razione tra i diri­gen­ti dei vari team del­la Valte­n­e­si per alle­stire l’evento calcis­ti­co. Così, ha det­to Berti­ni, è nata l’idea di orga­niz­zare una man­i­fes­tazione inter­nazionale calcis­ti­ca sul , in gra­do di com­petere negli anni con quel­la ormai con­sol­i­da­ta di Viareggio.