Dopo il grande successo ottenuto nei primi giorni di apertura, il presepe meccanico di Manerba affronta la seconda ondata riaprendo al pubblico domani e nelle giornate di Capodanno e dell’Epifania

Manerba, il presepe meccanico prenota il successo di fine anno

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
c.a.

Dopo il grande suc­ces­so ottenu­to nei pri­mi giorni di aper­tu­ra, il mec­ca­ni­co di Maner­ba affronta la sec­on­da onda­ta riapren­do al pub­bli­co domani e nelle gior­nate di e dell’. Le pre­messe sono per un ulte­ri­ore, grande riscon­tro di pub­bli­co, sull’onda di una riscop­er­ta dell’arte del pre­sepe nel­la quale la nos­tra provin­cia gio­ca davvero un ruo­lo di pri­mo piano. Il pre­sepe di Maner­ba è una real­iz­zazione com­ple­ta­mente arti­gianale che occu­pa 80 metri qua­drati di super­fi­cie, sul­la quale sono posizion­ate alcune centi­na­ia di per­son­ag­gi ani­mati da innu­merevoli mec­ca­n­is­mi nel­la rap­p­re­sen­tazione dei più comu­ni mestieri antichi, tipi­ci del­la zona. Il pre­sepe viene real­iz­za­to e rin­no­va­to ogni anno dall’associazione Ami­ci di San Bernar­do, un sodal­izio di volon­tari nato alcu­ni anni fa nel­la frazione di Mon­tinelle con l’intento di ricreare aggregazione nel tes­su­to sociale del paese. E con ques­ta real­iz­zazione natal­izia sono addirit­tura rius­ci­ti ad esportare il nome di Maner­ba al di fuori dei con­fi­ni provinciali.

Parole chiave: - -