Sono iniziati ieri gli incontri commemorativi

Mani tese di Rivoltella fa festa: in vent’anni finanziati 18 progetti

Di Luca Delpozzo
r.da.

Si sono aper­ti ieri sera con un incon­tro al Palaz­zo del Tur­is­mo di Desen­zano e con una car­rel­la­ta sui prog­et­ti a liv­el­lo nazionale dell’associazione uman­i­taria le cel­e­brazioni per i 20 anni del grup­po Mani tese di Riv­oltel­la. Nei prossi­mi mesi, lo ricor­diamo, sono poi in pro­gram­ma il pran­zo etni­co; l’arrivo di bam­bi­ni e ragazzi indi­ani e africani (che porter­an­no la loro espe­rien­za sul Gar­da dopo avere parte­ci­pa­to ad un con­veg­no nazionale a Firen­ze rel­a­ti­vo allo sfrut­ta­men­to dei minori. Saran­no coin­volte le scuole con incon­tri); il con­cer­to in castel­lo ded­i­ca­to all’associazione del­la corale S. Bia­gio di Riv­oltel­la; il mer­cati­no del libro usato; il cam­po esti­vo di lavoro e stu­dio; con­cer­ti e recital (Com­pag­nia teatrale de Riul­tela). Insom­ma, un cal­en­dario fit­to. Il grup­po, coor­di­na­to da Daniela Gozzetti, era nato nel 1984 quan­do alcu­ni gio­vani di Riv­oltel­la, dopo avere parte­ci­pa­to ad un cam­po esti­vo di lavoro e stu­dio, han­no deciso di dare vita sul ter­ri­to­rio all’associazione e in due decen­ni Mani tese di Riv­oltel­la ha finanzi­a­to ben 18 prog­et­ti per un totale di cir­ca 260mila euro.