L’iniziativa è anche una sollecitazione alla Regione per un intervento di sistemazione del sentiero

Marcia di pace alla Coronacon i sindaci e il vescovo

13/05/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

La polit­i­ca rende onore alla Madon­na. Il sin­da­co di Brenti­no Bel­luno, Vir­gilio Asilep­pi, ha avu­to l’inedita idea di coin­vol­gere tut­ti gli ammin­is­tra­tori verone­si in una «Mar­cia del­la pace» che li porterebbe, insieme, al San­tu­ario del­la Coro­na, dove il vesco­vo di Verona, mon­sign­or Giuseppe Zen­ti, li accoglierebbe cel­e­bran­do una mes­sa. Tut­ti sono invi­tati a partecipare.Trasversalmente.Mettendo da parte per un giorno pos­si­bili diver­gen­ze o ran­cori politi­ci, dovreb­bero salire alla pic­co­la chiesa che sta aggrap­pa­ta tra la Val­dadi­ge e il monte , meta ogni anno di migli­a­ia di pel­le­gri­ni devoti all’Addolorata. Alla basil­i­ca, che è nel comune di Fer­rara di Monte Bal­do, si arri­va sia scen­den­do da Spi­azzi di Capri­no sia sal­en­do da Brenti­no, dove s’imbocca il «Sen­tiero del Pel­le­gri­no». È una per­cor­so fre­quen­tatis­si­mo, purtrop­po in dis­faci­men­to, per cui Asilep­pi da tem­po sta sol­lecitan­do la Regione a con­cedere aiu­ti finanziari. E non sarebbe male se la «Mar­cia del­la pace» avesse una “ricadu­ta benefi­ca». Per ora, comunque, l’iniziativa è vol­ta a riu­nire gli ammin­is­tra­tori e come tale è sta­ta pre­sen­ta­ta a mon­sign­or Zen­ti: «Si è dimostra­to entu­si­as­ta», fa sapere Asileppi.C’è già sta­to un pri­mo incon­tro tra sin­daci, a cui avrebbe pre­sen­zi­a­to pure un del­e­ga­to vescov­ile. Ai pie­di del San­tu­ario si sono incon­trati i pri­mi cit­ta­di­ni di Capri­no, Ste­fano San­dri, di Fer­rara di Monte Bal­do, Pao­lo Rossi, e altri in arri­vo dall’Est, dall’Ovest e dal Sud veronese. «Ha espres­so il suo inter­es­sa­men­to anche Frac­co Viero, sin­da­co vicenti­no di Recoaro Terme, comu­nità che, con altri ami­ci dell’Altopiano, fa ogni anno un pel­le­gri­nag­gio alla Coro­na mar­cian­do per un’ottantina di chilometri», riferisce Asileppi.Chissà come quest’ idea gli è venu­ta: «Da stu­dente parte­ci­pa­vo alla “Mar­cia del­la pace” sui col­li sen­e­si che si con­clude­va con la mes­sa nel­la Piaz­za del Cam­po. Ho pen­sato di ripetere l’esperienza qui, cre­an­do un’occasione in cui tut­ti noi politi­ci potremo incon­trare il mon­sign­or Zen­ti alla Coro­na e fare una rif­les­sione sul nos­tro impeg­no di ammin­is­tra­tori, a pre­scindere che si abbia o meno una visione cat­toli­ca del nos­tro mandato.Asileppi quan­do pen­sa a come si sta dis­gre­gan­do il zSen­tiero del Pel­le­gri­no», dove spera appun­to di portare, entro l’estate, i col­leghi. «Sti­amo aspet­tan­do dal­la Regione una rispos­ta sul finanzi­a­men­to del­la quo­ta parte che anco­ra ci man­ca e ci per­me­t­terebbe di sis­temare i sen­tieri del paese, e questo in par­ti­co­lare», dice. «Il prog­et­to prevede un inves­ti­men­to di 570mila euro cir­ca, a cui ha per ora con­tribuito, con 150mila euro, solo la Fon­dazione Cariverona».

Parole chiave: