L’intervento interessa l’area della chiesa e vie limitrofe

Marciapiedi nuovi e strade più larghe

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

Via Moli­na e via Val Mas­son rimesse a nuo­vo. Sono fini­ti i lavori di rifaci­men­to delle due strade in cen­tro paese. Mar­ci­apie­di in mar­mo e por­fi­do e allarga­men­to del­la stra­da, lun­go il perimetro intorno alla chiesa par­roc­chiale, è l’opera ulti­ma­ta dall’amministrazione in questi giorni. La stra­da che dal paese si dirige ver­so Lumi­ni, via Moli­na, è sta­ta allarga­ta di due metri ed abbas­sa­ta, per con­sen­tire la costruzione di un largo mar­ci­apiede, che ora costeggia le case sul lato destro, sal­en­do la via. La stra­da poi pros­egue diven­tan­do via Pine­ta Sper­ane: qui è sta­ta allarga­ta una stret­toia ed ora si tro­va un muro di con­teni­men­to in sas­so, per una lunghez­za di cir­ca 20 metri. Via Pine­ta Sper­ane, da quel pun­to, pros­egue per quat­tro chilometri fino a Lumi­ni ed è sta­ta intera­mente rias­fal­ta­ta da poco. All’incrocio con via Pine­ta Sper­ane, svoltan­do a sin­is­tra in sali­ta, inizia via Val Mas­son. Anche ques­ta stra­da è sta­ta tut­ta rias­fal­ta­ta ed è sta­to real­iz­za­to un mar­ci­apiede che costeggia la chiesa sul retro. Il nuo­vo mar­ci­apiede pros­egue inoltre anche sul lato oppos­to del­la chiesa, dove è sta­ta pavi­men­ta­ta tut­ta l’area intorno al mon­u­men­to degli . È sta­to dunque costru­ito tut­to un per­cor­so pedonale che dal­la provin­ciale Costa­bel­la, che attra­ver­sa il paese, all’altezza dell’inizio del­la stra­da per Lumi­ni, in via Moli­na, fa tut­to il giro del­la chiesa. «Fini­ti questi lavori, sospendi­amo per il peri­o­do esti­vo», spie­ga il sin­da­co Adri­ano Peretti, «poi a otto­bre ripren­der­e­mo con la pavi­men­tazione anche di tut­ta la piazzetta davan­ti alla chiesa e per l’anno prossi­mo è pre­vista anche la risis­temazione del gia­r­dinet­to-bal­cone che si tro­va di fronte alla chiesa. Con questi lavori sono sta­ti real­iz­za­ti anche i pun­ti luce, per il rin­no­vo di tut­to l’impianto di pub­bli­ca illu­mi­nazione. L’area sarà com­ple­ta­ta con aiuole e arredo urbano». Il trat­to d’inizio di via Moli­na, con i lavori di costruzione del mar­ci­apiede, è sta­to allarga­to notevol­mente, ren­den­do anche più acces­si­bile l’ingresso del parcheg­gio sit­u­a­to sull’area del Bro­lo. Il liv­el­lo stradale è sta­to abbas­sato, altri­men­ti il per­cor­so pedonale a ridos­so delle case sarebbe risul­ta­to trop­po alto rispet­to all’ingresso delle abitazioni. Il cos­to dell’opera è di cir­ca 360 mila euro, di cui il 40 per cen­to finanzi­a­to dal­la .

Parole chiave: