Maroni inaugura a Gardone Riviera la mostra “Gli scultori di d’Annunzio — anima e materia”

19/07/2015 in Attualità
Di Redazione

Sono molto con­tento di essere qui, essendo tra l’al­tro un grande appas­sion­a­to di D’An­nun­zio, e sono molto con­tento di ques­ta inizia­ti­va pre­sa gra­zie alla genial­ità di Vit­to­rio Sgar­bi, cui abbi­amo dato l’in­car­i­co di creare questi padiglioni fuori che stan­no trovan­do un gran­dis­si­mo riscon­tro del pub­bli­co”. Lo ha spie­ga­to il pres­i­dente del­la , , inau­gu­ran­do al Museo del Vit­to­ri­ale la mostra ‘Gli scul­tori di D’An­nun­zio — Ani­ma e mate­ria’, uno dei Padiglioni delle Belle
Arti per Expo, nel­l’am­bito del­l’inizia­ti­va volu­ta dal­la stes­sa pres­i­den­za del­la Regione Lom­bar­dia  e cura­ta dal criti­co d’arte e
ambas­ci­a­tore delle Belle Arti di Regione Lom­bar­dia per Expo Vit­to­rio Sgar­bi, pre­sente all’even­to.

Abbi­amo deciso, come Regione, — ha spie­ga­to Maroni — di inve­stire molto nel­la cul­tura, non solo durante Expo, perche’ questi splen­di­di padiglioni delle Belle Arti sono nati durante Expo ma voglio che con­tin­uino anche dopo, perche’ la cul­tura e’ la nos­tra sto­ria e va con­tin­u­a­mente colti­va­ta e la Lom­bar­dia e’ piena di splen­di­di luoghi come questo che dob­bi­amo con­tin­uare a colti­vare e val­oriz­zare”.

Vogliamo con­tin­uare ad inve­stire sul­la cul­tura e sui luoghi del­la cul­tura, anche se le risorse sono poche — ha pros­e­gui­to il pres­i­dente — per­ché quel­lo nel­la cul­tura e’ sem­pre un buon inves­ti­men­to e chiedero’ al pro­fes­sor Sgar­bi di con­tin­uare nel suo lavoro anche dopo Expo, con­tin­uan­do ad inventare inizia­tive geniali come ques­ta”.

Tra meno di tre anni saran­no trascor­si 80 anni dal­la morte di Gabriele D’An­nun­zio, scom­par­so il pri­mo mar­zo del 1938, e per ques­ta data vor­rei che ci inven­tas­si­mo qual­cosa, e mi riv­ol­go per questo al pro­fes­sor Sgar­bi, per cel­e­brare deg­na­mente gli 80 anni dal­la scom­parsa di questo grande ital­iano, pen­si­amo a qual­cosa che si pos­sa fare qui al Vit­to­ri­ale e che resti e ovvi­a­mente come Regione Lom­bar­dia siamo pron­ti a con­tribuire per real­iz­zare ques­ta inizia­ti­va”.

Mau­ro Paroli­ni, asses­sore al Tur­is­mo del­la Regione Lom­bar­dia ha sot­to­lin­eato  come “Ques­ta mostra val­orizzi ulte­ri­or­mente un luo­go splen­di­do e di grande sto­ria come il Vit­to­ri­ale, il fat­to di orga­niz­zare even­ti cul­tur­ali in luoghi splen­di­di come questo li rende anco­ra piu’ inter­es­san­ti ed appetibili e cre­do che questo sia il miglior modo per pro­por­si al tur­is­mo, abbinan­do gran­di even­ti cul­tur­ali alle mer­av­iglie delle nos­tre bellezze e dei nos­tri luoghi stori­ci”.
Vit­to­rio Sgar­bi, pre­sente all’even­to.

E gra­zie ai padiglioni delle Belle Arti e ai Dis­tret­ti per l’At­trat­tiv­ità — ha pros­e­gui­to l’asses­sore — sti­amo rius­cen­do a coin­vol­gere tut­ti i nos­tri ter­ri­tori nelle gran­di oppor­tu­nità offerte da Expo e dai tan­ti tur­isti che ven­gono a Milano per l’e­s­po­sizione uni­ver­sale, tur­isti che sti­amo rius­cen­do a portare in giro nel­la nos­tra Lom­bar­dia a sco­prire le nos­tre bellezze, come appun­to il Vit­to­ri­ale”.